Info Utili

Che cos’è una hypercar? La definizione

Le hypercar, come è già intuibile dal nome, sono vetture estreme, non di certo alla portata di tutti: quali sono le caratteristiche e come si riconoscono

Credits: iStock

L’hypercar è la vera e propria evoluzione del concetto di auto sportiva, che cambia e diventa qualcosa di nuovo, estremamente potente, ma non solo. Vediamo quindi quali modelli di auto intendiamo quando parliamo di hypercar e quali sono le loro caratteristiche dominanti.

Hypercar o supercar? La differenza

Si è sempre parlato di supercar, facendo riferimento – negli anni – a vetture potenti, costose e lussuose, non di certo alla portata di tutti, ma di pochi eletti. Auto in grado di far provare il brivido delle monoposto di Formula 1, o quasi. Oggi però tutto viene portato all’estremo, e lo possiamo vedere in svariati settori: il comparto tecnologico è senza dubbio l’esempio più evidente, che dimostra quanto la velocità stia diventando un fattore talmente notevole, che ci sfugge quasi di mano.

Ed è proprio per questo che si passa dal concetto (e dalla definizione) di supercar a quello di hypercar, ulteriore estremizzazione di quello che abbiamo espresso finora. Le hypercar sono vetture potenti, veloci e anche lussuose e molto costose, che in pochi possono permettersi di comprare. In genere il prezzo è di alcune centinaia di migliaia di euro. Ma queste sono le caratteristiche che, in realtà, possiedono anche le supercar. E quindi, dove sta la differenza?

Quello che è cambiato negli anni e che ha fatto emergere il concetto di hypercar (nonostante i due termini spesso siano usati come sinonimi) riguarda l’ulteriore estremizzazione. Se le supercar possiedono quindi tutte le peculiarità mozzafiato che abbiamo elencato qui sopra, le hypercar vogliono portare all’estremo il concetto, ma in senso opposto.

Ci spieghiamo meglio. Un esempio? Le hypercar potrebbero essere in grado di percorrere almeno 160 km con solo 4 litri di carburante. Si parla sempre di auto costose ed estreme, ma si cerca di portare i consumi ai livelli di un motorino (ove possibile). E come si riesce in quest’opera che pare infattibile? Si può ottenere questo ottimale livello di consumi da una sportiva dalla potenza esagerata puntando su elementi meccanici di alta ingegneria, che giustificano i prezzi di listino altissimi, e puntano sulle scocche, sui motori, sulla leggerezza e su ogni soluzione che può farle volare.

È proprio così che il mercato delle supercar è cambiato e oggi possiamo parlare anche di hypercar, una nuova frontiera di sportive superlusso, destinata solo a chi ha un portafoglio “pieno”.

Quali sono le più famose hypercar oggi sul mercato

Possiamo definire hypercar, e non solo supercar, la meravigliosa e estrema Bugatti Chiron. È la prima che ci viene in mente, con una potenza da urlo di 1.500 cavalli, fornita da un motore 8.0 a 16 cilindri. La sportiva è in grado di viaggiare fino a 420 km/h e costa quasi 3 milioni di euro, il prezzo è proibitivo – per pochi eletti.

Ma anche il mondo delle elettriche entra in quello delle hypercar, e ne è un esempio lampante la Rimac Concept S, in grado di raggiungere i 365 km/h di velocità massima e di scattare da 0 a 300 km/h, addirittura, in soli 13,1 secondi. La potenza? 1.384 cavalli, con un listino di 1.200.000 euro.

E quindi, se generalmente la supercar si riconosce per un aspetto su tutti, è infatti la tipica auto sportiva che presenta un grado di lusso molto elevato, l’hypercar ha quella marcia in più in termini di prestazioni e consumi. Sia le hypercar che le supercar si fanno notare quando passano su strada, presentano uno stile molto personale e accattivante, in genere anche il sound è strepitoso e fa girare chiunque al suo passaggio.

Leggi l'articolo su Icon Wheels