Info Utili

Head up display: che cos’è, a cosa serve e come funziona

L'head up display è una tecnologia di ultima generazione presente sulle vetture moderne e in grado di ridurre la probabilità di incidenti per distrazione

L’head-up display (che per comodità viene chiamato anche con l’acronimo Hud) è un dispositivo che integra la strumentazione auto. Su molte vetture di nuova generazione fa parte della dotazione di serie, su altre invece viene fornito soltanto su richiesta del cliente, come optional. In altri casi ancora si tratta di un dispositivo che viene installato in seguito, un sistema aftermarket, che può essere collegato allo smartphone.

Cosa significa Head up display? Letteralmente vuol dire visore a testa alta. Da dove proviene? In origine il sistema è stato sviluppato per l’aeronautica militare, per proiettare tutte le informazioni utili nel campo visivo del pilota.

Come funziona l’head up display dell’auto?

Come abbiamo detto, il visore a testa alta indica un sistema che è stato sviluppato originariamente per i militari dell’aeronautica. Ma come funziona? L’head up display è composto da un piccolo schermo-computer in grado di generare le immagini, che vengono proiettate grazie a un collimatore ottico, cioè una lente convessa o uno specchio concavo con tecnologia laser oppure ancora con un display collocato nel suo fuoco.

Il punto focale viene percepito all’infinito e le immagini vengono proiettate sul parabrezza, in sovrimpressione, oppure sul vetrino retrattile in plastica. Appaiono davanti agli occhi del pilota come se fossero “sospese” in aria e non c’è bisogno che vengano messe a fuoco rispetto all’ambiente circostante. Ci sono differenti sistemi configurabili a piacere, ed è possibile scegliere quali informazioni tenere in evidenza, tra cui ad esempio:

  • la velocità istantanea;
  • i limiti in vigore;
  • le eventuali indicazioni del sistema di navigazione;
  • i brani musicali;
  • le chiamate in entrata.

I sistemi di ultima generazione sono i più evoluti e riescono a regolarsi autonomamente a seconda della luce che c’è nell’ambiente circostante.

A che cosa serve l’head up display in auto?

È un sistema importante perché in grado di rendere immediatamente disponibili alcuni dati utili a chi sta al volante, senza che il guidatore abbia mai la necessità di distogliere lo sguardo dalla strada per concentrarsi sul quadro strumenti. Questo aumenta la sicurezza e riduce di molto il rischio di incidenti, oltre a ridurre l’affaticamento durante i lunghi viaggi. Se inizialmente questa tecnologia poteva anche sembrare un’ulteriore fonte di distrazione a bordo del veicolo, è bene invece sottolineare quanto gli head up display siano stati progettati in maniera accurata proprio per aumentare la sicurezza in macchina.

Head up display: due tipologie

Le soluzioni presenti sulle nostre auto sono principalmente due:

  • la più economica e anche esteticamente meno bella è senza dubbio quella che monta in auto un piccolo schermo trasparente che si alza dal cruscotto davanti al guidatore. Su questo display vengono trasmesse le varie informazioni;
  • la tecnologia più raffinata invece proietta le grafiche direttamente sul parabrezza servendosi di un piccolo modulo olografico che si trova anche in questo caso sulla parte superiore del cruscotto. Si crea un effetto che fa sembrare tutte le informazioni per il conducente quasi sospese in aria, qualche metro più avanti rispetto al veicolo.

Nonostante si tratti della soluzione più innovativa e sofisticata, è arrivata prima dell’altra, inizialmente su alcuni modelli di BMW e poi anche su Mercedes e Audi. Ne esistono anche delle versioni cosiddette basic (con pannello trasparente) che vengono proposte come accessorio postvendita, ma chiaramente serve che l’auto abbia dei requisiti minimi di strumentazione e il sistema infotainment.