Info Utili

Guidare ai tempi del coronavirus

di Marco Coletto -

Guidare ai tempi del coronavirus: tanti consigli utili da Regione Emilia-Romagna e Asaps


Guidare ai tempi del coronavirus significa cambiare molte abitudini rispetto al periodo pre-lockdown: molti italiani hanno continuato a usare l’automobile in queste settimane per motivi lavorativi e/o sanitari ma sono molti di più quelli tornati al volante in questi giorni di Fase 2 da quando c’è la possibilità di andare a trovare congiunti all’interno della propria regione.

Di seguito troverete alcuni consigli utili su come guidare ai tempi del coronavirus realizzati dalla Regione Emilia-Romagna e da Asaps (Associazione Sostenitori e Amici Polizia Stradale). Scopriamoli insieme.

Igiene a bordo

  • Pulire le superfici interne – con particolare attenzione al volante (uno degli oggetti più sporchi del mondo, mediamente quattro volte in più della tavoletta di un wc pubblico), al cambio e alle chiavi di avviamento con prodotti che sanificano
  • Sostituire i filtri dell’aria condizionata e disinfettarli con appositi spray per ridurre i batteri aerobici che circolano nell’abitacolo.
  • Usare l’aspirapolvere sulla tappezzeria e lavarla con appositi prodotti detergenti, prestando particolare attenzione ai tappetini (che andrebbero sostituiti di tanto in tanto).
  • Togliere il filtro dell’aria per una pulizia in profondità e sanificare anche le bocchette e i tubi che mettono in circolo l’aria stessa.

Lavarsi le mani frequentemente

Il coronavirus, si sa, sopravvive a lungo sulle superfici. Si consiglia quindi di lavarsi le mani dopo aver toccato il volante, la leva del cambio, il cruscotto e la maniglia della portiera.

Controllare la vettura prima di partire

Prima di tornare a guidare dopo un lungo periodo di stop bisogna controllare lo stato degli pneumatici e che non ci siano tracce d’olio o altro sotto il motore. Poi si consiglia di pulire le spazzole del tergicristallo (con uno straccio inumidito) e il parabrezza.

Motore

Prima di partire bisogna aprire il cofano motore per controllare il livello dei liquidi (freni, radiatore, servosterzo, frizione, olio motore e lavavetri). Chi abita in campagna deve inoltre assicurarsi che nel vano non siano presenti animali.

Batteria

La batteria va ispezionata prima di partire per escludere ossidazioni o rigonfiamenti.

Guarnizioni delle portiere

Le portiere chiuse da molto tempo devono essere aperte con delicatezza perché le guarnizioni potrebbero essersi “imparentate” tra loro.

Avviamento del motore

L’avviamento del motore dopo un lungo stop è il momento più delicato: l’operazione andrebbe fatta la prima volta con il cofano aperto e il freno a mano inserito in modo da poter scendere dalla vettura una volta girata la chiave e verificare che non ci siano rumori strani provenienti dal propulsore.

A questo punto si può passare alla fase successiva: chiudere il cofano, rientrare in auto e controllare lo stato di salute delle spie e la quantità di carburante nel serbatoio.

Luci

I fari, gli indicatori di direzione e gli stop soffrono molto le soste prolungate: prima di guidare bisogna quindi controllare con l’aiuto di un’altra persona il corretto funzionamento delle luci.

Freni

I freni vanno controllati assicurandosi che non ci siano altre auto dietro. Nei primi metri al volante di una vettura ferma da molte settimane bisogna frenare dolcemente in modo che le pastiglie ripuliscano la superficie dei dischi dalla patina di ruggine che si è formata in seguito all’inutilizzo. Solo dopo questa procedura si può applicare una pressione maggiore sul pedale.

Climatizzatore

Sulle auto rimaste ferme per molto tempo l’impianto di climatizzazione può perdere efficienza: alle basse temperature, ad esempio, può formarsi la condensa.

Distributore di benzina

Quando si fa il pieno al distributore self-service si consiglia di usare i guanti monouso e di lavarsi le mani.

Guidare e basta

Chi torna a guidare dopo tanti giorni dovrebbe concentrarsi solo sulla vettura spegnendo la radio ed eliminando tutte le distrazioni. Tutti in strada sono più distratti dopo il lungo periodo di lockdown.

Trasporto di malati

Se si trasporta in auto una persona che ha i sintomi del Covid-19 va ricordato di usare sempre fazzoletti usa e getta per pulire le strutture della vettura dove possono essersi depositate goccioline di saliva.