Info Utili

Guida senza patente: le sanzioni previste dal Codice della Strada

C'è chi guida senza patente perché l'ha dimenticata a casa e chi invece non l'ha mai conseguita, le sanzioni previste sono ovviamente differenti

Come ben sappiamo, per guidare un’auto ovviamente serve aver conseguito regolare patente di guida. Il documento deve sempre essere portato con sé, ogni volta che si decide di guidare. Spesso però succede che gli automobilisti meno attenti vengano sanzionati perché scoperti al volante senza avere con sé la patente, le multe non sono sempre uguali, si passa da cifre “simboliche” a sanzioni di portata enorme. Vediamo cosa prevede il Codice della Strada.

Guida senza patente, i casi principali

Le situazioni principali in cui una persona può essere trovata a guidare senza avere la patente sono essenzialmente due. La prima è meno grave ma molto più frequente, è quella per cui l’automobilista viene fermato senza documento e dichiara semplicemente di averlo dimenticato a casa o da qualche altra parte. La licenza quindi non è in auto col conducente, ma magari è rimasta in ufficio, nella borsa della palestra o in qualsiasi altro posto. Quindi è una dimenticanza, non una trasgressione pericolosa o considerata grave.

La situazione differente invece, più rara e anche più rischiosa, vede quegli automobilisti incoscienti che si mettono al volante senza patente, ma non perché l’hanno dimenticata, perché non l’hanno mai conseguita o hanno subito un ritiro. Chiaramente in questo caso le sanzioni sono differenti e molto più pesanti.

Sanzioni per guida senza patente

Il caso più frequente di guida senza patente è quello per dimenticanza, meno grave, che prevede quindi sanzioni meno severe. In particolare, l’automobilista commette una trasgressione in buona fede che prevede quindi una sanzione di 41 euro, che diventano 28,70 euro se la multa viene pagata entro 5 giorni. La Polizia, al momento del fermo, controlla che l’autista sia patentato, per verificare che si tratti davvero di dimenticanza. In questo caso il conducente deve presentarsi in caserma per esibire il documento nei giorni successivi al posto di blocco. Se l’interessato non si presenta rischia una multa di 419 euro.

Se invece l’automobilista viene “beccato” dalla Polizia mentre guida la macchina senza mai aver conseguito la patente, l’infrazione che sta commettendo è molto grave. Per molti anni la guida senza patente è stata considerata un reato. Nel 1999 è stata depenalizzata e ha iniziato ad essere sanzionata solo a livello amministrativo. Nel 2007 però la stessa trasgressione al Codice della Strada è tornata ad essere considerata reato, con una multa che poteva arrivare fino a 9.032 euro. Ma la storia complicata di questo “reato-non-reato” non termina qua, nel 2016 una nuova modifica del Codice della Strada ha portato una nuova depenalizzazione, anche se non totale. Vediamo quindi oggi quando guidare senza patente viene considerato reato e quando invece comporta una semplice sanzione amministrativa.

Guida senza patente: la sanzione amministrativa

Chi guida senza patente (non per semplice dimenticanza) è il soggetto che non ha mai conseguito la licenza di guida o chi ha subito la revoca della patente, oppure ancora non ha potuto rinnovare la patente perché non aveva i requisiti prescritti dalla Legge. Nella stessa categoria troviamo anche chi guida un veicolo che richiede una patente diversa da quella che ha, tipo una persona con patente B che conduce un camion. In questi casi si parla di trasgressione grave, la sanzione amministrativa è di 5.000 euro, pagando entro 5 giorni è possibile che venga ridotta a 3.500 euro, se invece non si paga entro 60 giorni, può triplicare e arrivare a 15.000 euro. È previsto inoltre il ritiro della carta di circolazione e della patente eventualmente posseduta dal trasgressore. Se il veicolo è del multato, si prescrive anche il fermo amministrativo.

Guida senza patente: quando è reato

Anche se la guida senza patente è stata depenalizzata, la reiterazione della guida senza patente nel corso di un biennio viene ancora considerata reato. La recidiva viene punita con l’arresto fino a un anno. Anche la guida senza patente da parte di un soggetto sottoposto a misura di prevenzione è reato. Il trasgressore può essere arrestato da 6 mesi a 3 anni. Viene inoltre ritirata la carta di circolazione e confiscato il veicolo, se di sua proprietà.

tag
patente