Info Utili

Che cos’è la guida difensiva? Lo spieghiamo

Con il termine 'guida difensiva' facciamo riferimento a una serie di comportamenti e atteggiamenti da tenere al volante per viaggiare in sicurezza

La guida difensiva, forse non tutti lo sanno, è una formazione avanzata che oltre alle normali tecniche di guida, comprende anche delle importanti nozioni che aiutano ad acuire la capacità di riconoscere e prevenire delle potenziali situazioni di pericolo e rischio, che potrebbero sfociare in sinistri o altri avvenimenti.

Quali sono le caratteristiche principali del guidatore difensivo

Il guidatore difensivo guida in questo modo:

  • in cima alla lista delle priorità mette, senza dubbio, la sicurezza. Mantiene sempre un comportamento corretto al volante, non è mai aggressivo nei confronti di cattivi guidatori che incontra sul suo percorso. Mantiene la calma e un atteggiamento collaborativo, è tollerante nei confronti degli errori degli altri ed evita quindi l’insorgere di tensioni e liti (tutto ovviamente nei limiti del Codice della Strada);
  • attenzione e concentrazione sono due alleate perfette per il guidatore difensivo, che si adatta al flusso del traffico senza creare intralci alla circolazione;
  • nelle eventuali manovre di sorpasso da parte di altri utenti, la guida difensiva insegna a facilitare questi spostamenti, rendendoli più semplici, senza alcuna competizione tra veicoli, accelerazioni prepotenti, ma nemmeno bruschi rallentamenti;
  • nel caso in cui un altro automobilista continui a suonare il clacson con insistenza, l’atteggiamento migliore è non reagire, non farsi ‘intimorire’.

Guida difensiva: come aiuta ad evitare sinistri

Ovviamente ogni situazione è differente su strada, però abbiamo raggruppato alcuni accorgimenti che potrebbero essere utili per evitare incidenti, adottando la guida difensiva:

  • non distrarsi mai, guardare sempre avanti. Sembra scontato, eppure a chi non è capitato di dare uno sguardo altrove, di cambiare canzone alla radio, di essere distratto dai passeggeri dietro o da quello da parte? E non è tutto, non basta guardare dritto davanti a sé, fermandosi alla targa del veicolo che ci precede, bisognerebbe portare il proprio sguardo più in là possibile, per avere maggiore consapevolezza della situazione;
  • mantenere la distanza di sicurezza, è fondamentale, in un certo senso anche più di tenere sempre una velocità a norma. È fondamentale essere certi che, in caso di frenata improvvisa, non si urterebbe nessuno. Attenzione: controlla costantemente lo stato delle gomme e dei freni;
  • non fissare lo sguardo su dei dettagli e degli elementi che vedi davanti a te, cerca di avere sempre sotto controllo il quadro generale della situazione;
  • guidare in maniera difensiva significa avere sempre un piano di fuga, ma è comunque un’abilità che si guadagna con l’esperienza. Nonostante infatti possiamo essere molto bravi, pazienti, attenti e calmi alla guida, non possiamo prevedere in qualsiasi situazione e condizione come si comportano gli altri guidatori. È possibile inoltre che si verifichino fattori fuori dal proprio controllo, come un cane che attraversa improvvisamente la strada. Per questo è fondamentale avere un piano B, e un lato libero da ostacoli;
  • infine, tieni presente che oltre alla radio, già nominata in precedenza, ci sono molti altri elementi in auto che possono distrarci, come il navigatore satellitare o il climatizzatore. La cosa peggiore sono i telefoni cellulari e gli smartphone, tra le principali cause di incidenti, ma anche bere e mangiare, fumare e altri atteggiamenti che distraggono il guidatore mentre è al volante e che, oltre ad essere vietati o altamente sconsigliati dalla legge, potrebbero essere molto pericolosi. Vuoi sapere qual è la regola più immediata ed efficace da seguire per viaggiare in sicurezza? Guida e basta, senza preoccuparti d’altro.