Info Utili

Gonfiare le gomme dell’auto: come farlo correttamente

Gli penumatici devono essere sempre gonfiati alla giusta pressione per una maggiore sicurezza: scopri come farlo senza sbagliare

Il gonfiaggio degli pneumatici dell’auto si può fare anche tranquillamente da soli, in maniera rapida e senza alcuna difficoltà. Vediamo come procedere per gonfiare in maniera esatta le gomme, senza rischiare che rimangano poco gonfie o che addirittura scoppino o comunque compromettano la sicurezza durante la circolazione in auto.

Gomme auto: impara a misurare la pressione

La prima cosa da fare è imparare a misurare la pressione degli pneumatici, per farlo serve un manometro, che puoi comprare in un negozio di autoricambi, dal ferramenta o anche presso le officine dei gommisti. Quelli portatili sono di piccole dimensioni e poco costosi, da circa 10 euro a 30 euro al massimo, in base alla struttura e alle caratteristiche. Per misurare la pressione delle gomme, trova la sporgenza in plastica lungo il bordo dello pneumatico e svitala, premendovi sopra la parte aperta del manometro.

Lascia che lo strumento rilevi la pressione dell’aria e estrailo, leggendo quindi il valore riportato. In questo modo potrai sapere quanta aria devi aggiungere, considerando che la pressione deve essere compresa tra 2.1 e 2.4 atmosfere per l’auto. Ricorda che, ovviamente, usando l’auto, gli pneumatici perdono atmosfere, quindi controlla almeno ogni due o tre mesi il gonfiaggio, per non rischiare pericolose esplosioni. Sul manuale della tua vettura o sull’adesivo che si trova nel lato interno della portiera del conducente, trovi la pressione esatta a cui devono essere gonfiate le gomme.

Gonfiare le gomme auto: cosa fare

Per poter gonfiare le gomme devi togliere i tappini alle valvole e trovare una pompa. Puoi usarne una manuale oppure un compressore automatico, che ovviamente è più costoso, ma anche più veloce. Se non hai una pompa, comprala o fattela prestare, in alternativa recati presso una stazione di servizio, dove potrai trovare un erogatore a gettoni.

Prima di iniziare a gonfiarle, assicurati che le gomme non siano calde; se ti trovi ad una stazione di servizio, procedi subito dopo aver fatto benzina. Dopo aver comprato del carburante infatti il servizio potrebbe essere gratuito.

Come procedere con il gonfiaggio delle gomme auto

Innanzitutto collega la pompa, se ti trovi alla stazione di rifornimento, allunga il tubo allo pneumatico più vicino e premi la punta nella valvola. Se le gomme sono molto sgonfie, ci vorranno alcuni minuti prima di poterle vedere gonfie al punto giusto, altrimenti, per un semplice “rabbocco”, potrebbero bastare anche solo una ventina di secondi. Durante la procedura regola la pressione, quando pensi di aver gonfiato abbastanza, estrai il tubo e misura la pressione con il manometro, se hai raggiunto il valore corretto, allora vuol dire che hai finito, altrimenti inserisci nuovamente la pompa e procedi.

Nel caso in cui invece hai superato la pressione consigliata dal manuale dell’auto, devi espellere l’eccesso. Come si fa? Premi la punta centrale della valvola della gomma con un’unghia o un piccolo strumento, fino a che senti il sibilo dell’aria compressa che fuoriesce dalla gomma troppo gonfia. È importante che gli pneumatici siano sempre gonfiati alla giusta pressione, secondo alcuni studi infatti, le gomme dell’auto sgonfie anche solo di pochi centesimi di atmosfere comportano un aumento del carburante e una maggiore usura.

Ricorda di riemettere il tappino ad ogni valvola una volta che hai gonfiato ogni pneumatico, riduce il rischio di perdite. La valvola infatti non rilascia aria, a meno che la sua punta centrale venga schiacciata.