Info Utili

Qual è la giusta temperatura da mantenere in automobile?

Quando si cerca la temperatura ideale da mantenere all'interno dell'automobile si devono considerare diversi fattori, alcuni "naturali", altri "personali"

Né troppo alta, né troppo bassa. Quando si parla della giusta temperatura da tenere in auto, vale l’antico detto latino “In media stat virtus”. La virtù sta nel mezzo. E nel caso dell’abitacolo della vettura, questo proverbio vale più che mai: tanto una temperatura troppo bassa quanto una troppo alta incide negativamente sul comfort di guida e sul benessere di chi si trova all’interno del veicolo.

Resta da capire, a questo punto, qual è la giusta temperatura da tenere in automobile e quali sono i fattori esterni (ma anche interni) che possono influenzarla. Ad esempio, cambia qualcosa se ci troviamo in inverno o in estate? Il numero di occupanti del veicolo incide sul benessere all’interno dell’abitacolo (in termini di temperatura, ovviamente)?

Domande cui potrebbe non essere facile dare una risposta, dal momento che scegliere la migliore temperatura dipende da diversi fattori. E non tutti analizzabili in maniera “scientifica”. Ad esempio, una persona potrebbe prediligere una temperatura più fredda, mentre altri potrebbero volere il termostato impostato a una temperatura più elevata. Insomma, trovare la “media” di latina memoria è tutt’altro che semplice.

Temperatura in auto: i fattori che incidono

Quando si cerca la temperatura ottimale da impostare nell’abitacolo dell’automobile si devono fare prima i conti con i vari fattori che influenzano questa scelta. I più comuni, solitamente, sono:

  • la temperatura esterna al veicolo;
  • il livello di comfort personale legato al fatto che si soffra maggiormente le temperature elevate o le temperature basse;
  • la potenza del climatizzatore dell’auto;
  • il carico e i consumi del motore;
  • il numero di persone che sono all’interno del veicolo.

Tra questi, i due che finiranno con l’incidere maggiormente sulla scelta della temperatura nell’automobile sono la situazione esterna al veicolo e il livello di comfort personale. Quando fuori fa molto caldo, ad esempio, potremmo trovare più confortevole impostare il climatizzatore su temperature estremamente basse; al contrario, con temperature polari si vorrebbe impostare il termostato oltre i 26 gradi centigradi. Va sottolineato, però, che non bisogna mai esagerare troppo, né in un senso né in un altro. Il rischio è quello di subire un fortissimo choc termico non appena usciti dall’abitacolo, con tutto ciò che ne consegue.

Solitamente, impostare il climatizzatore tra i 22 e i 24 gradi centigradi dovrebbe consentire di raggiungere un comfort ottimale all’interno del veicolo, tanto d’estate quanto d’inverno. Un ruolo di primaria importanza, però, verrà giocato dai gusti personali. Come già accennato, alcune persone potrebbero avere un maggior livello di sopportazione del freddo; altre, invece, potrebbero non soffrire il caldo.

Stabilire con precisione quale sia la temperatura giusta da mettere in auto, dunque, è un compito meno semplice di quello che potrebbe sembrare. Anzi, molto probabilmente non esiste una temperatura perfetta quanto, piuttosto, un range che può variare da situazione a situazione.

Perché è importante mettere la giusta temperatura in automobile

Ora che abbiamo visto quale sia la temperatura migliore da tenere all’interno del veicolo, vale la pena anche tentare di capire perché non debba essere troppo bassa ma, soprattutto, troppo alta. Se ci dovessimo mettere alla guida con un abitacolo rovente o quasi, infatti, sarebbe come guidare dopo aver bevuto qualche drink di troppo.

Il caldo, infatti, “annebbia” i riflessi e rallenta le risposte agli stimoli che arrivano dall’esterno, trasformandoci così in un pericolo ambulante. Il rischio che si corre, in casi come questi, è quello di causare degli incidenti, mettendo così a rischio la nostra incolumità e quella delle altre persone che si trovano in strada.