Info Utili

Freno a mano elettrico, come funziona?

Come funziona il freno a mano elettrico delle auto: i vantaggi, gli svantaggi e le differenze con il sistema classico a leva

Nelle auto di ultima generazione, ormai già da qualche anno, il freno a mano con la classica leva è stato sostituito da quello elettrico. Una soluzione che conferisce alla vettura un senso di lusso, eleganza e discrezione. All’inizio questo dispositivo era montato solo su modelli di una certa fascia di prezzo, ma con il passare del tempo è diventato d’uso comune ormai su automobili di ogni tipo e costo. Chi è abituato al classico freno a mano, non vedendo la leva, si chiederà se quello elettrico è in grado di garantire una maggiore sicurezza: vediamo nel dettaglio come funziona, i vantaggi e gli svantaggi.

Come funziona il freno a mano elettrico

Il freno a mano elettrico è composto da una centralina e da un pulsante. Quando si preme il pulsante, le ganasce posteriori si attivano, chiudendosi o aprendosi a seconda della loro posizione di partenza. Rispetto al freno a mano classico, dotato di leva, quello elettrico è gestito semplicemente attraverso il pulsante di attivazione.

Freno a mano elettrico ibrido

I sistemi elettronici di stazionamento possono avvalersi di due diverse tecnologie che differiscono tra di loro: quella ibrida e quella full electric. Per quanto riguarda la tecnologia ibrida, il funzionamento richiama a grandi linee quello del freno a mano classico con la leva e in certi casi può rappresentare un vantaggio, in quanto l’azionamento non è interamente elettronico ma ha anche una componente meccanica. Bisogna anche dire che nel lungo periodo, la stessa componente meccanica può usurarsi o allentarsi, perdendo la sua efficacia. In situazioni di temperature particolarmente rigide, inoltre, il sistema può avere dei tempi di reazione più lenti e in alcuni casi potrebbe anche bloccarsi.

Freno a mano full electric

Il freno a mano elettrico che si avvale della tecnologia full electric, invece, presenta due motorini che ingranano su un meccanismo che agisce direttamente sulle pinze freno. In questo caso si parla di freno elettrico integrato nelle pinze: il grande vantaggio di tale sistema è la forza frenante potenziata rispetto a quella che viene normalmente esercitata. Questo sistema, inoltre, può coinvolgere anche le ruote anteriori, così da garantire maggiore sicurezza soprattutto in caso di situazioni di emergenza.

I vantaggi del freno a mano elettrico

Sono numerosi i vantaggi derivati dalla presenza del freno a mano elettrico a bordo di una vettura. Il sistema elettronico di stazionamento viene attivato attraverso la pressione di un pulsante e consente al guidatore di evitare lo sforzo muscolare necessario con la classica leva. Trattandosi di un componente elettronico, in molte auto si attiva appena si spegne il motore per poi attivarsi di nuovo quando si riparte.

La ripartenza in salita diventa più immediata e più facile da fare: il dispositivo Hill Holder, infatti, è in grado di rilevare la pendenza e non far arretrare la vettura, dando la possibilità al conducente di attivare frizione e acceleratore e ripartire senza troppi sforzi. Con il freno a mano elettrico, inoltre, le vetture risultano più leggere in termini di peso.

Freno a mano elettrico: gli svantaggi

Al netto dei vantaggi, come sempre esistono anche degli svantaggi. Il freno a mano elettrico, per esempio, non è sempre ben visibile: alcuni modelli di auto hanno il pulsante sulla portiera, altri sotto al volante. Sostituire le pastiglie dei freni posteriori richiede un intervento particolare, un’operazione di taratura elettronica da fare in officina. Il prezzo dei sistemi elettronici di stazionamento, inoltre, risultano leggermente superiori rispetto a quelli classici. Il freno a mano elettronico, infine, non è adatto alla guida sportiva in pista: la mancanza della leva impedisce di eseguire curve a sbandata controllata tipiche dei rally.