Info Utili

Ford 1.0 EcoBoost con disattivazione dei cilindri (da tre a due)

Il primo motore a tre cilindri a cilindrata variabile di sempre arriverà nel 2018

Aria di rivoluzione in casa Ford: dal 2018 il motore 1.0 EcoBoost diventerà il primo propulsore a tre cilindri di sempre con disattivazione dei cilindri.

Questa applicazione sarà in grado di disattivare/riattivare la combustione in 1 dei 3 cilindri in soli 14 millisecondi riducendo le emissioni di CO2 e incrementando l’efficienza del 6% ed entrerà in funzione solo nelle condizioni di guida nelle quali non sarà richiesto un immediato incremento di potenza come le andature a velocità di crociera e le andature graduali.

Quando il motore Ford 1.0 EcoBoost opererà a regimi inferiori a 4.500 giri (durante i quali le valvole eseguono circa 40 cicli di apertura e chiusura al secondo) il sistema aprirà la valvola di un condotto attraverso il quale l’olio motore in pressione attiverà un bilanciere che disconnetterà il meccanismo delle valvole del cilindro n.1 dell’albero a camme. L’intervento sarà regolato da un complesso software algoritmico che analizzerà velocità e posizione dell’acceleratore e carico sul motore per determinare con precisione i momenti in cui procedere alla disattivazione.

Grazie ad un albero motore offset e ad un volano appositamente bilanciato la nuova unità assorbirà le differenti vibrazioni prodotte dal funzionamento in modalità a 2 cilindri, in particolare ai regimi più bassi, implementando un nuovo volano bi-massa e dischi frizione ammortizzati. Quando sarà attivo, il sistema chiuderà le valvole sia di aspirazione che di scarico creando un effetto molla che bilancerà le forze che insistono sui 3 cilindri, mantenendo costante la temperatura nel cilindro disattivato per non causare riduzioni di efficienza al momento della riattivazione.

Foto

Ford Fiesta, la storia in foto

Le sei generazioni della piccola dell'Ovale Blu.