Info Utili

Fari anteriori e posteriori ingialliti: consigli per una pulizia accurata

I fari dell'auto, soprattutto quando si tratta di veicoli datati, col tempo possono opacizzarsi e ingiallirsi: come lucidarli

Quando i fari dell’auto diventano opachi e ingialliti, oltre a essere esteticamente meno belli da vedere, diventano anche meno funzionali nel loro compito: illuminare la strada nelle ore serali/notturne. Ci sono differenti metodi, anche economici, per risolvere il problema, lucidando e rigenerando questi elementi indispensabili per ogni veicolo.

Pulire i fari dell’auto: metodi fai da te

Guidare auto e moto datate chiaramente ci mette davanti al problema dei fari ingialliti, che illuminano meno. Come abbiamo detto, oltre che una questione estetica, si tratta anche di un problema di sicurezza, da non sottovalutare mai.

Tra i rimedi casalinghi per lucidare i fari dell’auto c’è quello con il dentifricio, da usare con particolare cautela. Come procedere:

  • pulire i fari molto accuratamente con un panno, per eliminare lo sporco;
  • coprire la carrozzeria e le parti cromate con del nastro adesivo di carta, per non danneggiarle;
  • strofinare energicamente tutta la superficie del faro con acqua e dentifricio.

Attenzione: i dentifrici che troviamo in commercio nel 2021 sono praticamente infiniti e quindi possono avere composizioni differenti e agire in maniera diversa sui fari. È anche possibile che il risultato iniziale sia soddisfacente, ma poi non dia garanzia a lungo termine, nel tempo infatti i fari potrebbero addirittura trovarsi in condizioni peggiori rispetto all’inizio.

Altro metodo efficace è quello della Coca Cola, che corrode praticamente ogni segno di sporco e ingiallimento. Se usate la bevanda per pulire i fari, fate attenzione a sciacquare bene tutto, per non ritrovare la macchina ricoperta di insetti, attirati dallo zucchero, e per non corrodere alcun elemento. Il nostro consiglio è comunque evitare questi prodotti e usarne di professionali per la lucidatura dei fari.

Fari ingialliti: come lucidarli coi prodotti giusti

L’esposizione al sole e agli agenti atmosferici può ingiallire e rovinare il materiale che viene usato per rivestire le lampade dell’auto. Per pulire senza rischiare di apportare dei danni alla macchina, è meglio andare sul sicuro e comprare dei prodotti specifici di aziende note che troviamo in commercio.

Ad esempio esistono dei kit pronti per la pulizia, che comprendono:

  • differenti tipologie di dischi abrasivi;
  • la pasta per la lucidatura;
  • la soluzione protettiva;
  • backer pad;
  • adattatori;
  • dischi in spugna e spugna specifica;
  • nastro adesivo.

Come si procede:

  • pulire la superficie con un panno e proteggere il faro con il nastro adesivo;
  • levigare e lucidare a mano o con un trapano/avvitatore a batteria usando l’accessorio per trapano in dotazione. Utilizzare la velocità più bassa possibile. Levigare a umido il faro con la carta abrasiva, con movimenti circolari e una leggera pressione;
  • togliere la carta abrasiva dal disco per lucidatura e fissarvi la spugna in dotazione per spalmare il lucido;
  • pulire il faro con acqua e asciugare;
  • togliere il nastro adesivo;
  • assicurarsi che il faro sia ben pulito, lucido e asciutto;
  • tenere l’auto in un box all’ombra o comunque non a diretto contatto con i raggi solari;
  • rimettere il nastro adesivo intorno al faro e applicare il liquido di protezione UV sul faro in maniera uniforme;
  • rimettere l’auto all’aperto e lasciare asciugare per un paio d’ore sotto il sole.

Aspettare almeno 24 ore prima di lavare l’auto.

Oltra ai kit completi, ci sono anche semplicemente dei Polish utili per rinnovare i fari opachi. Grazie alla loro formulazione eliminano l’opacità superficiale dai fanali e ripristinano la brillantezza di ogni tipo di gruppo ottico. Questi prodotti sono in grado di rimuovere le tracce di ossidazione e la contaminazione chimica presente in superficie, rendendo meno visibili anche le macchie e i graffi, creando un velo protettivo sulla superficie.