Info Utili

Estintore per auto: di cosa si tratta e a cosa serve

Sarebbe sempre bene viaggiare con i giusti strumenti per una maggiore sicurezza, tra questi c'è anche l'estintore per auto: di cosa si tratta e come si usa

L’estintore per auto è un accessorio molto utile da tenere sempre in macchina, infatti lo scoppio di un incendio è un evento imprevedibile, ed essere pronti è sempre buona cosa per la propria sicurezza. Vediamo tutto quello che dobbiamo sapere.

Estintore auto: di che cosa si tratta

È un apparecchio mobile di sicurezza che fa parte del kit di emergenza per auto e che serve per spegnere fuochi che interessano l’auto stessa. È costituito da:

  • valvola, che permette alla sostanza di uscire;
  • serbatoio, che contiene la sostanza estinguente;
  • manichetta, il tubo flessibile che serve a indirizzare la sostanza sulle fiamme, per spegnerle.

L’estintore scelto deve avere una dichiarazione di conformità del produttore e un manuale.

È obbligatorio averlo in auto? Non esiste una legge che lo impone per le auto private, invece per quelle usate per la professione sì. Il D.lgs. 81/08 dice che “il datore deve offrire un sistema di protezione contro gli incendi, che tuteli il lavoratore”. Quindi in macchina bisognerebbe avere un mini estintore per auto, leggero e poco ingombrante.

Dove si tiene l’estintore auto?

Si sconsiglia di tenerlo libero nel bagagliaio, non è possibile raggiungerlo subito in caso di pericolo e potrebbe urtare altri oggetti. Si può eventualmente fissare vicino all’apertura del bagagliaio, altrimenti tenere sotto il sedile del passeggero anteriore o del guidatore, per averlo a portata di mano.

L’estintore si può comprare nei negozi di autoricambi, venduto insieme al supporto per montarlo. Quando hai scelto la posizione per fissarlo, segnala con delle viti sulla plastica dell’abitacolo, mantieni fermo il supporto e inserisci le quattro viti con un avvitatore, senza rovinare il supporto. Infine devi agganciare l’estintore.

Come si usa l’estintore per auto?

In caso di incendio, se vedi delle fiamme uscire dalla tua macchina (dal cofano) allora spostati immediatamente in un luogo sicuro, tipo a bordo strada. Indossa velocemente i guanti, prendi l’estintore e apri il cofano con attenzione. Togli la spoletta di sicurezza dell’estintore, tieni bene l’apparecchio dall’impugnatura e non dal grilletto di erogazione, cercando di non farti prendere dal panico. Azionalo, indirizzando i getti con attenzione, da sinistra a destra, sulla base della fiamma e sopra vento. Dovresti stare a 2-3 metri di distanza.

Attenzione: è necessario sempre chiamare i soccorsi e i Vigili del Fuoco.

Quale estintore per auto scegliere

Sicuramente l’apparecchio scelto deve rispettare i parametri delle direttive CE e soprattutto la norma UNI EN3/7:2004 in materia di estinguenti portatili. Deve inoltre essere stato testato per verificarne il funzionamento e la facilità d’uso.

Per scegliere il giusto estintore bisogna sapere la differenza tra i fuochi da spegnere, che si dividono nelle seguenti classi:

  • A: causati da combustibili fossili (gomma o carta);
  • B: da combustibili liquidi come benzina, solventi;
  • C: da fuoriuscite di gas come metano, idrogeno;
  • D: dai metalli (potassio, zinco e titanio);
  • F: da oli e grassi vegetali o animali;
  • E: da un’apparecchiatura elettrica in tensione.

L’estintore per auto va scelto in base alla classe A, B e C. Sull’etichetta è segnata la classe di incendio, oltre alla capacità estinguente. Non dimenticare inoltre che deve essere leggero e maneggevole. Le dimensioni e il peso dipendono anche dalla tipologia di auto. L’estinguente comunque non deve superare i 5 kg, il peso ideale di un mini estintore per auto è di 2 kg o anche un kg.

Estintore auto: i costi

L’estintore per auto non è molto costoso, in genere il prezzo si aggira tra i 20 e i 40 euro.