Info Utili

Tutti gli errori che ti fanno sprecare carburante e come evitarli

Quali sono gli errori che facciamo comunemente al volante e come evitarli per consumare la minor quantità possibile di carburante

Certo è che le spese relative alla manutenzione dell’auto sono un costo non indifferente per ogni automobilista, ma chiaramente anche assolutamente necessarie. Se poi si usa la macchina tutti i giorni, di sicuro non è da sottovalutare nemmeno il costo relativo al carburante. Per questo motivo oggi cerchiamo di approfondire la questione dei consumi e di darvi qualche piccolo consiglio per cercare di “sprecare” meno benzina o gasolio. Questo fa bene sia all’ambiente e all’aria che respiriamo, che al nostro portafoglio. Ricordate sempre che manovre inappropriate possono far disperdere una dose eccessiva di carburante, e sicuramente non rientrano nell’utilizzo ottimale dell’auto. Vediamo quindi come evitare di sprecare benzina o gasolio della macchina.

Il primo consiglio è controllare sempre le gomme auto

Cosa significa? Gli pneumatici devono essere gonfiati alla giusta pressione per consumare meno carburante. Di questo argomento abbiamo già parlato diverse volte, una pressione troppo bassa può far perdere il controllo dell’auto e aumenta anche i consumi, incrementando la resistenza al rotolamento delle gomme. Oltretutto aumenta anche l’usura del battistrada. Il consiglio è quello di controllare quindi la pressione delle gomme quando sono fredde e almeno una volta al mese, per consumare meno carburante.

Come usare il condizionatore in auto

Anche i dispositivi elettronici in auto influiscono sul consumo di carburante. Il climatizzatore è in assoluto quello che condiziona maggiormente le prestazioni del mezzo e i consumi, ma anche i tergicristalli (non lo sapevate?), il lunotto termico, i proiettori supplementari, la ventola dell’impianto di riscaldamento. Il motivo? Durante il loro funzionamento assorbono corrente e quindi concorrono a un maggior consumo del carburante. Come dobbiamo usare il climatizzatore in auto:

  • indirizzando bene i flussi d’aria delle bocchette di ventilazione;
  • spegnendo l’aria condizionata man mano che ci si avvicina a destinazione;
  • facendo controllare periodicamente l’impianto.

Frizione-acceleratore, il “gioco” per consumare meno carburante

Questo è un “trucchetto” che serve a consumare il minor quantitativo di carburante possibile. Fate attenzione alle partenze frettolose, quelle che emettono quel “rumoraccio” fastidioso. Il rilascio graduale della frizione permette all’auto di spostarsi con il minimo sforzo anche senza usare l’acceleratore e di consumare certamente meno benzina o gasolio. Anche cambiare la marcia al momento giusto durante la guida è fondamentale. L’atteggiamento che tipicamente definiamo come “tirare” le marce infatti aumenta i consumi; attenzione anche a cambiare marcia a bassi regimi, perché si costringe l’auto a recuperare il terreno perso nei confronti della marcia stessa e quindi non è comunque “salutare” per i consumi del mezzo.

Fermarsi frenando gradualmente

Altro consiglio, soprattutto quando si rimane imbottigliati nel traffico in città o in autostrada, è quello di evitare delle brusche accelerate che poi ci costringono a frenare improvvisamente. Ogni frenata infatti ci fa disperdere una gran quantità di energia cinetica accumulata. Se ci si sta per fermare nuovamente, è meglio prenderne coscienza e decelerare dolcemente, per evitare consumi di carburante inutili.

La manutenzione auto è fondamentale per i consumi

Controllare sempre l’auto e tenerla “pulita” è importante anche per i consumi. In che senso? Le parti usuranti della macchina, come i filtri, la pompa e l’olio, devono essere perfettamente efficienti. Solo con una frequente sostituzione dell’olio motore e del suo filtro è possibile risparmiare benzina e tenere il motore in efficienza. Attenzione: prediligete oli sintetici, più scorrevoli rispetto a quelli minerali. E inoltre, tutti i filtri (acqua, aria e benzina) devono essere in perfetto stato per consumare meno.

tag
consumi