Info Utili

Qual è la differenza tra auto semestrali, auto usate e auto a km 0

Se non si ha la possibilità di comprare un'auto nuova dal concessionario, è possibile scegliere tra vetture usate, a km 0 o semestrali: come fare

Quando si ha bisogno di comprare una macchina nuova, chiaramente si passano in rassegna tutte le opzioni disponibili. E quindi, in base alle proprie esigenze e al proprio budget, ma anche ai propri gusti e altri fattori che possono influenzare la scelta, si decide se comprare una vettura nuova – pagando l’intera somma subito oppure a rate, con finanziamento – o se optare per un’auto usata, o di seconda mano, che dir si voglia. Non è tutto, ci sono anche altre alternative da poter considerare, tra cui le auto a km 0 e le vetture semestrali. Si tratta di categorie particolari di cui abbiamo già parlato in maniera molto approfondita in altri articoli, oggi vediamo quali sono le reali differenze maggiori tra i veicoli definiti usati, semestrali e a km 0 e come fare la propria scelta in maniera consapevole e seguendo i propri bisogni e le proprie abitudini.

I canali che possono essere usati quando si valuta l’acquisto di una nuova macchina sono molteplici, spesso di sfogliano riviste o pagine web di settore, siti delle Case produttrici, si prendono appuntamenti da rivenditori e concessionarie, si spulciano gli annunci online e sui giornali. Insomma, le vie sono tante, e aiutano a far chiarezza. Da questi canali si nota subito che le vetture in vendita sono catalogate in: nuovo, usato, a km 0, aziendale, semestrale. Proviamo a fare chiarezza sull’argomento, che spesso mette dei dubbi nel compratore.

Come possiamo definire le auto nuove

Le vetture nuove sono quelle che si possono ordinare direttamente alla Casa madre, tramite la concessionaria. Il principale vantaggio? Puoi scegliere qualsiasi cosa:

  • modello;
  • colore;
  • optional;
  • tipo di alimentazione;
  • cilindrata;
  • allestimento;
  • e ogni altro elemento messo a disposizione del costruttore.

Che cosa sono le auto usate

Molto semplice anche in questo caso definirle: le vetture usate, o di seconda mano, sono quelle che hanno più di sei mesi di età, calcolati dalla data di immatricolazione, e che sono già state usate da un precedente proprietario (o più di uno).

Le auto a km 0

Definiamo auto a km 0 quelle vetture che la concessionaria tiene in esposizione per i clienti e che a volte usa anche per i test drive con i possibili compratori. Di dice a km 0 ma in realtà non hanno mai zero chilometri effettivi di percorrenza, generalmente non ne hanno percorsi però più di 100.

Queste vetture sono già state immatricolate dal concessionario e quindi c’è da considerare che, oltre al prezzo di vendita, bisogna aggiungere anche il costo del passaggio di proprietà. È fondamentale però sapere che si risparmia rispetto all’acquisto del medesimo modello nuovo. È chiaro però che non si possano scegliere tutte le caratteristiche, ma che è necessario accontentarsi proprio di quel modello specifico in pronta consegna messo a disposizione immediatamente dal venditore. Si considerano al pari delle auto usate perché sono già immatricolate, però sono praticamente semi nuove.

Che cosa sono le auto semestrali

Questa tipologia di vetture invece è quella utilizzata dai dipendenti dei concessionarie o della Casa madre per un periodo che va da un minimo di sei mesi a un massimo di 12 mesi a partire dalla data di immatricolazione (tutti gli approfondimenti li trovi qui).

Auto Aziendali: come definirle

E infine le macchine che conosciamo tutte come aziendali sono quelle che vengono usate dai dipendenti di una società sempre e solo per motivi lavorativi. Generalmente si tratta di auto che hanno meno di 24 mesi, le aziende poi tendono a rinnovare il parco auto (vedi qui tutte le informazioni a riguardo).