Info Utili

Che cos’è la delega a condurre e quando è necessaria?

Si tratta di un document specifico che serve a chi viaggia all'estero e guida quindi un veicolo che non è di sua proprietà: vediamo come funziona

Affrontiamo un argomento molto importante che spesso risulta davvero difficoltoso da comprendere; la burocrazia in Italia infatti, anche per quanto riguarda il settore auto, non sempre è così semplice e veloce. Vi sono molte pratiche auto da conoscere, documenti importanti da richiedere per casi particolari di guida e molto altro ancora. Quello su cui vogliamo porre l’attenzione oggi è proprio uno di questi casi, ovvero quello della delega a condurre. Di che cosa si tratta e quando è necessario richiedere questo particolare documento. Vediamo insieme tutti i dettagli.

Innanzitutto non è obbligatorio, si tratta infatti di un documento facoltativo che però dà la possibilità anche a noi italiani di circolare e guidare in un territorio estero in modo sicuro, con un’auto di cui non si è proprietari. Qual è l’obiettivo per cui è stato creato questo particolare documento? Lo scopo è quello di specificare che la vettura con cui si ha intenzione di circolare in un altro Paese, che chiaramente non è registrata a proprio nome, non è stata rubata o esportata in maniera illegale (visto che purtroppo entrambe queste situazione avvengono realmente).

Vediamo quindi come deve essere compilata la delega a condurre, dove è possibile trovare un fac-simile, quanto costa e in quali Paesi è meglio averla.

Che cos’è nello specifico la delega a condurre?

Si tratta in particolare di un documento specifico che può essere fatto quando si ha intenzione di viaggiare in un Paese estero con un’auto non di proprietà e quando si prevede che l’intestatario della vettura stessa non si troverà a bordo con il conducente per quel determinato periodo del soggiorno. La delega a condurre quindi dimostra alle autorità estere che il veicolo non è stato rubato o esportato illegalmente, come abbiamo già anticipato. In questo modo è possibile viaggiare in modo sicuro senza alcun rischio.

Delega a condurre: come deve essere compilata?

Questa tipologia di documento è in realtà molto semplice, niente di complesso. Può essere infatti redatto su carta semplice inserendo le seguenti informazioni:

  • i dati del delegante (nome, cognome, data di nascita e indirizzo di residenza);
  • gli stessi dati anche del delegato;
  • tutte le informazioni sul mezzo che si guida, in particolare modello, marca e targa;
  • infine la data e la firma autenticata del delegante.

È necessario compilare la delega anche in inglese, in modo che sia compresa anche all’estero. Il modello di delega dell’Automobile Club d’Italia viene redatto in italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo.

Come funziona la delega a condurre e quanto costa?

L’autenticazione della firma del delegante è assolutamente necessaria affinché la delega a condurre sia valida. Attenzione: per l’autentica bisogna affidarsi a un notaio, diffidate da chi afferma che basta recarsi in Comune o presso uno Sportello Telematico dell’Automobilista.

I costi a cui si va incontro nel momento in cui si decide di predisporre una delega a condurre sono:

  • in media 50 euro per l’autentica presso lo studio notarile, ovviamente il prezzo dipende dal professionista;
  • 0,52 euro di imposta di bollo, tassa da pagare direttamente al notaio.

Come abbiamo detto, la delega a condurre non è un documento obbligatorio, ma si consiglia di farla e portarla sempre con sé in qualsiasi Paese estero, sia in Europa che fuori, per evitare qualsiasi tipo di problema e disguido con le autorità.

tag
documenti