Info Utili

Deflettori per finestrini, che cosa sono e a che cosa servono?

I deflettori per i finestrini dell'auto sono elementi un po' passati di moda, che ma risultano essere ancora molto utili per differenti aspetti

I deflettori sono elementi che vengono installati sull’auto con il compito di parapioggia e paravento per i finestrini; strumenti amatissimi alcuni anni fa, sono ritornati in voga oggi nelle loro versioni più moderne, che si adeguano al design contemporaneo delle auto dei nostri tempi, in linea con i nuovi trend di stile. Si tratta di appendici trasparenti sagomate che vengono applicate a cornice dei cristalli delle macchine. In questo modo, deviano l’aria e fanno in modo che la pioggia e il vento vengano parati dai finestrini.

I deflettori consentono di aprire il finestrino anche mentre piove, per far circolare l’aria, evitando che l’acqua entri nell’abitacolo e bagni le parti interne dell’auto. Si tratta di componenti che, come abbiamo detto, venivano usate soprattutto negli anni Novanta-Duemila. Oggi sono un po’ passati di moda e considerati antiestetici, anche se diversi automobilisti li ritengono ancora molto utili.

Come sono fatti i deflettori dell’auto?

Si tratta di semplici strutture sagomate trasparenti, oggi evolute rispetto a quelle che eravamo abituati a vedere in passato, con un design specifico, in grado di adattarsi anche ai suv e alle auto moderne, oltre che ai camion e ai furgoni. In questo modo i deflettori non vengono più considerati dannosi per l’estetica delle linee di un’auto, soprattutto continuano ad essere una soluzione molto valida per risolvere dei problemi di natura aerodinamica, visto che riescono a deviare il flusso dell’aria, dai fianchi dell’automobile. I deflettori per l’auto sono molto facili da installare e oggi son diventati ormai parte integrante del veicolo, grazie al loro design moderno.

A cosa servono i deflettori delle auto?

Tra i vari “compiti” che assolvono i deflettori c’è anche la capacità di diminuire il rumore dell’aria che sentiamo dall’interno dell’abitacolo dell’auto, nel caso in cui viaggiamo con il finestrino aperto. Sono importanti anche perché consentono il riciclo dell’aria con qualsiasi condizione meteo e precipitazione, anche quando nella vettura c’è un viaggiatore che fuma. Questi strumenti influiscono sull’utilizzo del condizionatore, che diminuisce, provocando un piacevole risparmio nelle spese del carburante.

Deflettori auto, cosa fare se si danneggiano

I deflettori per le auto erano praticamente fondamentali nelle vetture soprattutto negli anni Ottanta, quando non esistevano i condizionatori a bordo e si potevano solo abbassare i finestrini per godere di refrigerio nelle calde giornate estive. La forma dei deflettori è ad orecchie di elefante e serve per deviare il flusso d’aria, lontano dai fianchi dell’automobile. Ma cosa succede se avete i deflettori e uno di questi si rompe a causa di un urto violento o comunque viene danneggiato? Bisogna portare la macchina dal carrozziere e far sostituire l’elemento. Non dimenticate infatti che, nonostante il suo utilizzo sia diminuito moltissimo in questi anni, la sua funzione è molto importante anche sulle auto moderne, dotate di ogni comfort per conducente e passeggeri. La sagoma dei deflettori non è pericolosa al contatto, è ergonomica e realizzata appositamente per la funzione che devono garantire. Questi elementi devono essere omologati e realizzati con materiali appositi e sicuri.

Un metodo per riuscire a prevenire i danni ai deflettori? Controllare periodicamente che siano ben fissati all’auto e posizionati nel modo corretto, potrebbero altrimenti interferire con la corsa del vetro del finestrino e rimanere in qualche modo incastrati, fino a rompersi.