Info Utili

Cruise control, cos’è e come funziona il controllo della velocità

Il cruise control in auto è un optional moderno e tecnologico capace di regolare la velocità di crociera in maniera automatica: come funziona

Il cruise control in auto è uno degli optional moderni di cui sono equipaggiate le nostre vetture ed è uno di quelli che rendono più sicura e agevole la vita a bordo. Si tratta infatti della tecnologia di ultima generazione in grado di regolare la velocità dell’auto su un valore predefinito, in questo modo, facilita la percorrenza sui percorsi più lunghi e lineari. Viene usato spesso infatti quando si viaggia in autostrada, dà la possibilità al conducente di riposare il piede destro, non è infatti necessario premere sull’acceleratore, se abbiamo impostato la velocità di percorrenza.

Come funziona il cruise control in auto?

Il cruise control è un dispositivo elettronico che permette all’automobilista, come abbiamo detto, di impostare la velocità di crociera da mantenere (da qui il suo nome). Ogni Casa auto ha realizzato un proprio sistema di comandi ad hoc, che di solito si trovano sul volante o su una leva al piantone dello sterzo. Premendo il tasto “SET” generalmente si accende il cruise control e così l’auto prosegue alla velocità alla quale si sta viaggiando. Con i pulsanti + o – invece si può accelerare o rallentare senza dover premere con il piede sull’acceleratore. Premendo il freno o l’acceleratore, si torna a prendere il comando dell’auto.

Che cos’è il cruise control adattivo?

Le origini del cruise control risalgono a molto tempo fa, la prima volta che venne montato su un’auto infatti fu circa sessant’anni fa, sulla Chrysler Imperial, che dal 1958 offriva a tutti i clienti interessati quello che noi oggi chiamiamo Auto Pilot, bastava richiederlo esplicitamente alla Casa. Il cruise control si è poi evoluto, soprattutto in questi ultimi anni in cui le vetture sono dotate sempre più di telecamere e sensori, e oggi viene chiamata tecnicamente Adaptive Cruise Control.

La differenza tra i classici sistemi di regolazione della velocità e l’Adaptive è che oggi quest’ultimo è in grado di adattare l’andatura anche in base alle condizioni di traffico, la nuova tecnologia è quindi decisamente più sofisticata rispetto a prima e permette alle auto di accelerare o frenare in maniera automatica e autonoma, senza che il guidatore faccia nulla. Il cruise control adattivo quindi, oltre all’impostazione della velocità di crociera desiderata prevista dal sistema classico, permette anche di inserire la misura della distanza di sicurezza che si vuole mantenere dal veicolo che precede.

La sicurezza del cruise control

Con il passare degli anni, ogni sistema di cruise control è stato man mano modificato e ammodernato, prestando molta attenzione alle migliorie da apportare. Quelli che vediamo oggi sulle moderne auto in commercio prevedono ad esempio reazione meno brusche, modificando la velocità in modo naturale e più morbido rispetto al passato. Addirittura alcuni modelli si adattano anche ai limiti di velocità previsti sui vari tratti di strada attraversata, perché l’auto è in grado di leggere e interpretare la segnaletica verticale grazie alla telecamera che si trova dietro il parabrezza.

Il rapporto tra il cruise control e la guida autonoma

Il cruise control è una nuova tecnologia di ultima generazione adatta a tutti, oggi la troviamo spesso offerta all’interno dei pacchetti di assistenza alla guida delle nuove auto, che sfruttano dei sistemi tecnologici all’avanguardia. La maggior parte dei veicoli moderni è dotata di sensori, radar, telecamere e differenti dispositivi di monitoraggio, oltre a un alto numero di centraline elettroniche a bordo, che rendono i mezzi stessi capaci di viaggiare praticamente da soli, in maniera autonoma.