Info Utili

Cosa sono e quando si usano le microcar?

Quali sono le caratteristiche principali delle microcar, chi le può guidare, quale modello scegliere: tutto quello che bisogna sapere

Credits: iStock

Non è la prima volta che parliamo di minicar o microcar, veicoli di piccole dimensioni, che possono essere guidati anche senza patente a partire dai 14 anni, e che oggi sono sicuramente molto più diffusi sulle nostre strade rispetto ad alcuni anni fa. Ci sono differenti modelli in commercio e Case produttrici che lanciano sul mercato questa particolare categoria di veicoli. Vediamo quali sono le caratteristiche principali delle microcar, tutto quello che c’è da sapere: come e quando si usano e in che modo fare la propria scelta.

Chi può scegliere di guidare una microcar

Innanzitutto, come abbiamo precedentemente accennato, le minicar sono vetture di piccole dimensioni, che hanno una cilindrata massima di 50 cc, come i ciclomotori. Per questo motivo possono essere guidate anche prima di aver compiuto i 18 anni, senza essere in possesso della patente B, ma solo con patentino e a partire da 14 anni in su. Per questi motivi sono ritenuti delle alternative valide e molto comode sia per gli adolescenti che per gli anziani che non hanno conseguito la licenza di guida B. Veicoli che, al contrario del motorino, offrono maggiore stabilità e soprattutto più spazio, comfort, protezione anche nelle giornate fredde e piovose.

Che cosa dice la legge in ambito di minicar

Le microcar sono in particolare dei veicoli che hanno una cilindrata inferiore ai 50 cc. La legge classifica le minicar come quadricicli leggeri, con potenza inferiore ai 4 kW, oppure come quadricicli pesanti, se la loro potenza è inferiore ai 15 kW. Il Codice della Strada, in particolare all’articolo 53, descrive i quadricicli al punto H, dove quindi è possibile leggere quanto interessa anche per le microcar.

Secondo quando dichiarato dalla legge italiana, dal 2006 è possibile trasportare anche un passeggero sulla minicar, ma solo dopo aver compiuto 18 anni (la maggior età). Come abbiamo visto in alcuni articoli precedente, le minicar sono molto simili a delle auto ma di più piccole dimensioni, e per questo motivo vengono anche definite vetture senza patente.

Quali sono i modelli in commercio e chi può guidare le microcar

Come abbiamo detto ovviamente per guidare una minicar (qui informazioni sull’assicurazione) non serve la patente B, ma ciò non significa che non è necessario avere una licenza di guida: è infatti assolutamente obbligatorio avere il patentino (patente AM). Si tratta del documento che serve per l’abilitazione alla guida di un quadriciclo leggero, quindi anche la microcar con potenza inferiore ai 4 kW e con una velocità massima raggiungibile di circa 45 chilometri orari. È stato il decreto legislativo 59/2001 ad introdurre la patente AM, attraverso il quale l’Italia ha recepito una direttiva europea.

Accenniamo brevemente quali sono i modelli di microcar in commercio. Oggi in commercio si possono trovare davvero molti veicoli, che hanno caratteristiche tecniche e prezzi molto differenti tra loro. Ci sono le classiche vetture dotate di impianto audio cd, mp3, navigatore GPS e che presentano tinte bicolore per la carrozzeria, ma anche minicar più sofisticate ed eleganti, multi accessoriate e addirittura con interni in pelle. Per fare alcuni esempi di prezzo, ci sono modelli base che partono da 8.000-10.000 euro di listino, altri invece premium disponibili anche dai 14.000 ai 16.000 euro. Tutto dipende dal produttore e anche dalle caratteristiche tecniche e tecnologiche, dagli allestimenti e dai materiali utilizzati, come avviene anche per le auto tradizionali.

Tag
microcar
Leggi l'articolo su Icon Wheels