Info Utili

Che cosa sono gli indici di velocità e carico delle gomme di una moto?

Come imparare a leggere tutti i codici alfanumerici presenti sugli pneumatici della moto e cosa si intende per indici di carico e di velocità

Non è per niente facile, soprattutto per i meno esperti, scegliere lo pneumatico giusto per la propria moto. Molto spesso ci si trova quindi a fare i conti con codici e misure sconosciuti e soprattutto a dover chiedere l’aiuto di un professionista. Sul libretto di circolazione della moto sono indicati tutti i dati necessari per la scelta, ma la varietà di tipologie di gomme presenti oggi sul mercato complica le cose e crea incertezza. Vediamo alcune nozioni base da sapere.

Pneumatico moto: come è fatto

Qualsiasi gomma si compone dei seguenti elementi:

  • carcassa;
  • tela della carcassa (telo resistente che dà allo pneumatico la forma desiderata e accoglie deformazioni e carichi);
  • battistrada (serve per lo scarico di acqua e altri elementi presenti su strada, oltre che della trazione della moto);
  • fianchi laterali (sottili, molto resistenti alle deformazioni).

La struttura dello pneumatico può essere:

  • diagonale o tradizionale;
  • cinturata;
  • radiale.

Quali sono le misure degli pneumatici

Iniziamo dalle prime nozioni, bisogna fare attenzione alle misure delle gomme, che vengono indicate sul libretto di circolazione a cui bisogna strettamente attenersi.

Sulla gomma troviamo un codice:

  • inizialmente appare un numero, che indica la larghezza in cm;
  • dopo la barra invece c’è il rapporto in percentuale tra altezza e larghezza;
  • se lo pneumatico è radiale troviamo la lettera R, se è radiale e sopporta velocità oltre i 240 km/h, allora troviamo la scritta ZR;
  • infine viene indicato il diametro del cerchio su cui montare la gomma (in pollici).

In seguito viene inserita la sigla M/C, che indica che si tratta di pneumatici per motocicli, e altre misure:

  • l’indice di carico o peso massimo che può supportare (da 40, 136 kg, a 83, ovvero fino a 487 kg);
  • il codice di velocità, una lettera dalla A alla Z.

Attenzione: i due indici appena indicati non possono mai essere inferiori a quelli indicati nel libretto di circolazione della moto, non dimenticatelo.

Tutte le altre marcature che possono essere presenti sulle gomme per moto

È possibile trovare le seguenti lettere/sigle:

  • se non vi è nessuna lettera, allora si tratta di uno pneumatico tradizionale;
  • B: pneumatico cinturato;
  • R: pneumatico radiale;
  • TT: pneumatico con camera d’aria;
  • TL: tubeless, senza camera d’aria;
  • M/C: esclusivamente per motociclette;
  • A: versione speciale;
  • NHS: non per uso autostradale (solo per pista);
  • RF: rinforzato;
  • Rear: pneumatico posteriore;
  • Front: pneumatico anteriore;
  • M+S (MS, M-S, M&S): adatto all’uso con fango e neve.

Quali sono le misure dello pneumatico

È importante considerare il diametro esterno, l’altezza di sezione, la sezione massima dello pneumatico, il diametro di calettamento.

Che cos’è l’indice di carico?

Come abbiamo già visto, si tratta di un codice numerico che sta ad indicare il peso massimo che una gomma per la moto è in grado di supportare.

Che cos’è l’indice di velocità?

In questo caso parliamo invece di un codice alfabetico che ci dice a quale velocità massima una gomma può viaggiare. Le gomme (per auto e per moto) si scaldano e si deformano in maniera differente a seconda dei diversi indici di velocità, e possono essere più o meno performanti a velocità elevata.

Attenzione: nonostante decidiate di montare sulla vostra moto delle gomme con capacità superiori ai limiti di velocità del veicolo, non bisogna mai usare gli pneumatici a velocità non autorizzata.

 

tag
moto