Info Utili

Che cosa sono e a chi servono gli pneumatici POR?

Le gomme POR sono delle speciale coperture per auto, molto utili agli amanti del fuoristrada: vediamone le caratteristiche

Parliamo oggi di una particolare categoria di pneumatici per auto, quelli che vengono definiti POR. Che cosa significa l’acronimo? Le tre lettere stanno ad indicare Professional Off Road, e quindi capiamo insieme che cosa sono queste gomme speciali e quando vengono usate.

Pneumatici POR: di che cosa si tratta

Professional Off Road, questo è il significato di POR, la sigla viene inserita in genere sul fianco delle gomme, quando si tratta di coperture particolari che servono per guidare l’auto nei fuoristrada più difficoltosi. Sono gomme create per degli obiettivi specifici, che non vengono certamente installate su ogni tipologia di auto, ma su una nicchia di veicoli ben precisa e determinata.

Si tratta di pneumatici che non devono sottostare alla normativa specifica per cui vengono regolarizzate tutte le tipologie di copertura tradizionali e standard, che infatti seguono determinati requisiti e l’applicazione dell’etichetta europea. Le gomme POR sono differenti rispetto a quelle per i SUV, che oggi sono le più diffuse sul mercato tra le più usate anche per i mezzi 4×4. C’è sempre un po’ di confusione legata a questa particolare tipologia di pneumatici, vediamo quindi di chiarire di che cosa si tratta e quando devono essere usati.

Tutto quello che dovremmo sapere

Innanzitutto spieghiamo quali sono le caratteristiche tipiche degli pneumatici POR: sono dotati di un battistrada particolare, che è stato studiato proprio per percorsi fuoristrada. Ecco il motivo per cui si tratta di gomme uniche, che non devono rispettare i requisiti imposti dall’etichetta europea per quanto riguarda la rumorosità e i consumi e anche dal punto di vista degli spazi di frenata, sia sul terreno asciutto che sul bagnato.

Nonostante siano gomme realizzate appositamente per l’offroad, si possono usare anche per la circolazione su strade normali, chiaramente è necessario prestare attenzione ad alcuni accorgimenti specifici; se gli pneumatici POR installati sull’auto hanno un indice di velocità minore rispetto a quello che è indicato dal costruttore sul libretto del veicolo, allora l’automobilista ha l’obbligo di applicare sul cruscotto un’etichetta che specifica la velocità massima che possono raggiungere quelle gomme.

Pneumatici POR: che cosa dice la legge

I veicoli possono montare le gomme POR secondo quanto stabilito dal regolamento UE n.458/2011. Il conducente del mezzo, come abbiamo detto, deve assolutamente avere l’accortezza di accertarsi di quale sia l’indice di velocità delle gomme. Nel caso in cui infatti sia inferiore rispetto a quello stabilito dal costruttore, deve portare sempre con sé e rendere perfettamente visibile in qualsiasi situazione l’etichetta apposita che riporta la velocità massima raggiungibile con quelle gomme POR.

Non c’è alcuna limitazioni di legge prevista nell’utilizzo degli pneumatici Off Road, quindi possono essere installati tutto l’anno. Ricordiamo comunque che sono coperture realizzate appositamente per essere usate su superfici fuoristrada e terreni diversi da quello che è il manto stradale in condizioni ‘normali’, per questo bisogna stare attenti, perché le prestazioni garantire sono differenti rispetto a quelle delle gomme normali.

Chi monta pneumatici POR?

Sono gomme che vengono usate da chi ha un veicolo fuoristrada e lo usa su percorsi che niente hanno a che vedere con le strade cittadine. Sono l’ideale infatti per viaggiare sullo sterrato e altre superfici simili. Adatte per chi abita o lavora in campagna o in montagna. Attenzione solo al fatto che le prestazioni, come abbiamo detto, non possono essere paragonate a quelle dei pneumatici classici, da strada: possono essere meno sicuri, soprattutto sul bagnato e sul ghiaccio.

tag
gomme