Info Utili

Cosa si può fare se i terminali della batteria dell’auto sono corrosi

La batteria dell'auto, per funzionare correttamente, deve costantemente essere controllata e pulita in caso di corrosione: come fare

Credits: iStock

Purtroppo più o meno a tutti gli automobilisti può capitare di ritrovarsi con la propria vettura in panne almeno una volta nella vita. E una delle principali cause di questa situazione può senza dubbio essere un guasto alla batteria, ma anche ‘semplicemente’ un accumulo di ossido sui suoi terminali. Vediamo quindi come si possono pulire per evitare problemi e spese.

Pulizia dei terminali della batteria con il bicarbonato

Non è la prima volta che parliamo del bicarbonato di sodio come soluzione per la pulizia o la profumazione dell’auto. In questo caso, può servire anche per pulire appunto i terminali della batteria corrosi. Come fare:

  • l’auto deve essere spenta, in modo da ridurre la probabilità di mettere a terra i cavi per sbaglio;
  • è necessario determinare la configurazione dei terminali della batteria, che possono essere sui lati (serve la chiave inglese da 8 mm per allentare i dadi) o sopra la batteria (chiave da 10 o 13 mm);
  • procedere allentando il dado del morsetto del cavo negativo e togliere il cavo dalla sua sede;
  • fare lo stesso con il cavo positivo;
  • controllare la batteria per vedere se ci sono crepe da cui esce acido. In questo caso deve essere sostituita;
  • controllare cavi e morsetti per vedere che non ci siano, altrimenti vanno sostituiti i componenti;
  • usare il bicarbonato di sodio: ne basta un cucchiaio sciolto in un bicchiere di acqua bollente;
  • usare un vecchio spazzolino da immergere nella soluzione e strofinare sulla parte superiore della batteria per eliminare tutti i depositi di corrosione;
  • pulire anche i morsetti e i terminali della batteria;
  • sciacquare cavi e batteria con acqua fredda;
  • lavare via bene tutto il bicarbonato e il materiale corroso;
  • asciugare la batteria e le pinze con un panno pulito;
  • lubrificare le parti metalliche a vista sui terminali della batteria e sui morsetti con uno spray di protezione specifico oppure usando della vaselina;
  • ricollegare i morsetti del cavo positivo e negativo al terminale giusto, stringendo bene i dadi con l’aiuto di una chiave apposita.

È possibile effettuare altrimenti anche una sorta di ‘pulizia di emergenza’

Come procedere in questo caso:

  • allentare a uno a uno tutti i terminali con la chiave, senza rimuovere del tutto i cavi;
  • versare della cola (bibita gassosa) sulla batteria e lasciare agire il liquido per due minuti, poi risciacquare;
  • stringere tutti i terminali e accendere l’auto.

Alcuni consigli utili per la batteria dell’auto con terminali corrosi

Innanzitutto è possibile comprare e tenere sempre con sé un detergente apposito per la pulizia della batteria dell’auto, ci sono degli spray che vengono preparati con formule specifiche che individuano la presenza di acidi. Si tratta di prodotti professionali che possono fare risparmiare tempo, ma attenzione ad usarli correttamente, leggendo bene tutte le avvertenze e i consigli indicati sulla stessa confezione. Quando il deposito acido è troppo incrostato e lo spazzolino sembra essere inutile, allora è meglio usare una spazzola metallica oppure anche carta vetrata.

Non dimenticare inoltre di staccare sempre per primo il cavo negativo e ricollegarlo per ultimo, per evitare che si formino degli archi elettrici. Indossa degli abiti protettivi se decidi di operare autonomamente sulla tua vettura, con anche degli occhiali e dei guanti, e togliendo anelli e bracciali, proprio per evitare di impigliarsi o addirittura di generare scariche elettriche.

Leggi l'articolo su Icon Wheels