Info Utili

Le cose più importanti da sapere sulla guida notturna

Come guidare di notte, soprattutto durante lunghi viaggi oppure su tragitti poco illuminati: alcuni consigli utili per viaggiare in sicurezza

La guida di notte può nascondere dei pericoli e dei rischi che chiaramente di giorno non corriamo. Viaggiare nelle ore più buie è una scelta da valutare con attenzione, anche in base al percorso che si deve affrontare. Vediamo alcuni consigli utili per non trovarsi di fronte a situazioni difficili da gestire.

Primo avvertimento: guida con prudenza

La prima cosa da tenere presente è la prudenza, bisogna essere calmi e guidare senza superare la velocità prescritta dal Codice della Strada, evitando sorpassi inutili e procedendo adeguando la velocità di percorrenza alla visibilità. Nelle zone meno illuminate è fondamentale ridurre ulteriormente la velocità e procedere in modo da avere la situazione sempre sotto controllo, senza sorprese.

Manutenzione dei fari

Altro accorgimento: le luci dell’auto devono sempre funzionare alla perfezione. Per questo motivo è fondamentale che la vettura sia sottoposta periodicamente ad una manutenzione generale da parte di meccanico e/o elettrauto. Fai controllare inoltre che non ci siano residui che rendono opachi i fari e porta sempre con te delle lampadine di ricambio.

Attenzione: usa i fari nel modo giusto. Quindi gli abbaglianti possono esserti molto utili se la strada è poco illuminata. Se c’è nebbia e stai guidando di notte, non dimenticare gli anabbaglianti.

Guidare di notte: visibilità e soste

Fai attenzione alla posizione degli specchietti retrovisori esterni e interni, e controlla di avere la massima visibilità anche dal lunotto posteriore e dai finestrini, oltre che dal parabrezza, davanti a te. La guida notturna purtroppo, ovviamente, può portare a pericolosi momenti di stanchezza e colpi di sonno. Il nostro consiglio è quello di fare una breve sosta ogni due ore oppure di alternarsi almeno in due persone alla guida. Può essere molto importante, ne va della tua sicurezza e di quella dei passeggeri e degli altri utenti della strada. Fermati assolutamente appena avverti di essere stanco. Un consiglio? Prima di partire mangia leggero, la digestione può metterti molta sonnolenza. Bevi un caffè e tieni sempre con te una bottiglietta d’acqua. Se devi bere, però, fermati!

Cosa devi portare con te in auto

Non dimenticare di avere con te sempre, a bordo, il giubbotto catarifrangente: di notte è essenziale, ma anche di giorno, insieme al triangolo segnaletico (nel caso in cui la vettura sia in panne). Se hai difficoltà a guidare di notte e hai problemi di vista, non dimenticare mai i tuoi occhiali e tieni le lenti sempre ben pulite. Se non sei miope ma il tuo occhio fa fatica a vedere al buio, soprattutto quando è abbagliato dai fari delle altre auto, allora sappi che esistono degli occhiali appositamente studiati per migliorare la vista al buio. Vengono realizzati con delle lenti specifiche anti abbagliamento, che oltretutto ottimizzano il contrasto e la percezione dei colori. Anche usare occhiali con lenti antiriflesso aiuta molto.

Come usare le luci di notte

Alcuni accorgimenti che possono esserti molto utili:

  • prima di tutto verifica sempre che ogni luce funzioni;
  • in mezzo al traffico, spegni abbaglianti e luci che possono infastidire gli altri conducenti in coda;
  • se è molto buio, aiutati con gli abbaglianti e lampeggia per segnalare la tua presenza in curve cieche e incroci;
  • se stai percorrendo una strada a doppio senso di marcia poco illuminata, sorpassa solo se il veicolo che ti precede va tanto piano da essere d’intralcio alla circolazione.

Viaggi di notte: bimbi a bordo

Se viaggi durante le ore notturne con bambini a bordo, allora il nostro consiglio è quello di essere sempre almeno in due, per potersi alternare al volante e a vigilare sui bisogni dei più piccoli, soprattutto nei lunghi viaggi. Possono non sentirsi bene (mal d’auto) o aver bisogno di qualsiasi cosa; evita di distrarti mentre sei alla guida: può essere molto pericoloso, anche se lo stai facendo per aiutare tuo figlio.