Info Utili

I consigli per guidare quando c’è forte vento

Le condizioni meteo avverse possono rivelarsi spesso pericolose quando si deve affrontare un viaggio in auto: cosa fare in caso di forte vento

Credits: iStock

Guidare quando c’è forte vento potrebbe essere molto pericoloso, si tratta infatti di una condizione meteo che può mettere in difficolta gli automobilisti, compromettendo l’efficienza del veicolo. Il conducente al volante della sua vettura deve prestare particolare attenzione in condizioni di forte vento, per evitare problemi e incidenti stradali.

Cosa succede quando c’è forte vento

Il vento viene spesso sottovalutato, perché è una condizione meteo non visibile, al contrario della pioggia e della neve, ad esempio, che disturbano sia la visibilità verso l’esterno del veicolo, sia la stabilità del mezzo; infatti ne risentono anche le condizioni del manto stradale, che diventa scivoloso. L’errore più comune è pensare di poter spingere solo un po’ più sull’acceleratore per vincere la resistenza all’avanzamento; teoria sbagliatissima, che potrebbe essere vera nel caso di vento contrario, quello più pericoloso in realtà però è il vento laterale.

Si tratta di un problema serio e capita infatti spesso che la Protezione Civile dirami le allerte meteo anche in caso di forte vento, per possibili disagi provocati proprio da questa tipologia di condizione metereologica. I problemi più gravi si possono verificare quando ci si trova alla guida di un’auto ma soprattutto se si viaggia in moto. Oggi grazie agli strumenti tecnologici si può sapere preventivamente se ci si trova in condizioni di forte pioggia, vento o altro. Per questo, è più facile essere prevenuti e partire con le dovute accortezze. Vediamo tutto quello che bisogna sapere prima di mettersi alla guida in condizioni di forte vento.

Che cosa bisogna considerare quando si guida l’auto e c’è vento

È importante fare attenzione principalmente a questi due aspetti:

  • innanzitutto lo stato di efficienza del mezzo: quindi il parabrezza deve essere pulito e in ordine, i tergicristalli non usurati, è necessario rimuovere eventuali portabagagli o altre tipologie di carichi sopra il tetto dell’auto (in modo da abbassare il baricentro e ridurre quindi l’effetto vela molto pericoloso), anche le gomme devono essere in buono stato, sono infatti le migliori alleate nel caso in cui l’aderenza del mezzo con l’asfalto si riduce;
  • lo stato di attenzione del conducente: è sempre bene partire ben riposati e in forma, per essere in grado di rispondere con tempismo alle sollecitazioni delle forti raffiche di vento. Se durante il viaggio inizia a diventare difficile guidare, il nostro consiglio è quello di fermarsi e fare una sosta, in una zona più riparata possibile.

Alcuni consigli utili

Controllate sempre l’eventuale presenza di segnali di pericolo di vento sulla strada che percorrete: è il triangolo con sfondo bianco e bordo rosso con all’interno una manica a vento. I cartelli possono essere presenti anche per segnalare la direzione del vento. Fate attenzione inoltre a:

  • tenere sempre le mani ben salde sul volante, senza distrazioni inutili;
  • sui viadotti e alle uscite dalle gallerie possono arrivare forti raffiche di vento improvvise;
  • viaggiate con ad una velocità quanto più possibile moderata e costante, evitando brusche manovre e frenate;
  • mantenete la distanza di sicurezza col veicolo che vi precede;
  • valutate se vale la pena alzare o abbassare i finestrini, il vento potrebbe anche far volare all’esterno degli oggetti presenti in auto, che possono causare intralcio alla guida per le altre auto e moto sulla stessa strada;
  • la propria incolumità durante la guida con il vento dipende molto anche dallo stato degli pneumatici, questo non dimenticatelo mai. È bene che siano sempre in ottimo stato, a prescindere dalle condizioni meteo, ma fate attenzione a pioggia, ghiaccio, neve e vento.
Leggi l'articolo su Icon Wheels