Info Utili

I consigli per guidare al meglio sulle strade sterrate

In condizioni di scarsa visibilità o meteo avverso, ma non solo, guidare su strade sterrate può essere pericoloso: a che cosa prestare attenzione

Credits: Mercedes

Capita spesso di ritrovarsi a guidare la propria auto su una strada sterrata, in genere quando percorriamo percorsi secondari, che non sono stati asfaltati e che collegano magari dei piccoli paesi, delle spiagge, località di collina o di campagna. I percorsi sterrati sono ricoperti da materiale sassoso, in genere da sabbia e ghiaia. Con il maltempo solitamente le strade sterrate diventano ancora più difficili da percorrere, l’acqua può creare delle buche più o meno profonde, che si trasformano in enormi pozzanghere e distese di fango, molto difficili e pericolose da percorrere in macchina. Vediamo quindi i nostri consigli per guidare su strade sterrate in sicurezza, con qualsiasi condizione meteo.

Strada dissestata: come percorrerla in auto

Le strade sterrate, ricoperte da ghiaia, sabbia e terra, quindi non asfaltate, in caso di pioggia possono diventare delle vere e proprie distese di fango. Il maltempo può provocare una profonda inondazione di fanghiglia e la formazione di buche enormi, che possono diventare delle pozze anche molto profonde, pericolose per i veicoli che guidano su percorsi sterrati. È bene quindi tenere a mente degli accorgimenti che consentono all’automobilista (e anche a motociclisti, ciclisti e pedoni) di percorrere queste strade in sicurezza, senza rischiare sinistri o di farsi male.

Cosa fare per evitare di uscire fuori strada:

  • procedere piano e con prudenza;
  • evitare di viaggiare a velocità sostenuta;
  • evitare di accelerare bruscamente;
  • non frenare di continuo, il rischio è altrimenti quello di provocare il pericoloso fenomeno dell’aquaplaning.

Un consiglio? Cercate di guidare sempre al centro della strada, spesso infatti i percorsi sterrati e dissestati, tendono a cedere maggiormente ai lati, e il rischio quindi è quello di finire fuori strada, soprattutto in condizioni di scarsa visibilità, buio, maltempo.

Un altro accorgimento molto importante è quello di prestate attenzione alla presenza delle pozzanghere: essendo colme d’acqua, non è possibile rendersi conto della loro profondità fino al momento in cui non ci si passa sopra con la macchina. Possono davvero essere molto profonde, rallentate sempre per evitare di sobbalzare con l’auto e di danneggiare, potenzialmente, il veicolo. Il nostro consiglio è comunque quello di evitarle sempre: se possibile quindi cercate di aggirare le pozze. Oltre a sporcare la macchina con il fango, possono essere talmente grandi e profonde da far battere il fondo dell’auto a terra (rischiando danni anche gravi a diverse componenti) e addirittura da far arenare le ruote, con estrema difficoltà di movimento.

Come comportarsi sulle strade sterrate in prossimità di una curva

I tratti di strada più pericolosi sui percorsi sterrati sono quelli in curva, dove è molto rischioso perdere il controllo del mezzo, quando la forza centrifuga supera l’aderenza del veicolo al suolo. Cosa succede? Le ruote anteriori perdono aderenza sul terreno e questo provoca il sottosterzo: la traiettoria in curva si allarga. Attenzione: alleggerite immediatamente la forza del piede sull’acceleratore e correggete la traiettoria verso l’esterno della curva, per ‘mitigare’ l’effetto del sottosterzo. Nel momento in cui la macchina torna in linea, sterzate nuovamente verso l’interno della curva, per riposizionarvi senza rischi.

Se invece a perdere l’aderenza sono le ruote posteriore del mezzo, allora il fenomeno che si verifica è il sovrasterzo, quindi tende ad andare verso l’interno della curva. Anche in questo caso lascia l’acceleratore e sposta il peso del veicolo anteriormente, per riprendere aderenza e non rischiare la perdita del controllo dell’auto. Ultimo consiglio, ma non per importanza: è fondamentale che le gomme siano sempre in buono stato, mai eccessivamente usurate e gonfiate alla giusta pressione; anche questo consente all’auto di mantenere una buona aderenza su ogni terreno.

Leggi l'articolo su Icon Wheels