Info Utili

Consegna auto, quali sono i documenti necessari per finalizzare l’acquisto?

Tutto quello che bisogna sapere per finalizzare l'acquisto di un'automobile: i documenti necessari per la consegna della vettura

Comprare un’auto, sia essa nuova oppure usata, richiede sempre molti passaggi. A livello burocratico un acquirente ha bisogno di presentare e ricevere tutta una serie di documenti per finalizzare l’acquisto. Quando si tratta di burocrazia bisogna sempre seguire ogni passaggio e non lasciare nulla al caso, onde evitare spiacevoli sorprese. Ecco i consigli da seguire sui documenti necessari per acquistare una vettura.

I documenti necessari per finalizzare l’acquisto di un’automobile

Una delle cose più importanti da fare per finalizzare l’acquisto di un’automobile è quello di controllare i seguenti documenti: il libretto di circolazione, il certificato di proprietà, l’assicurazione e l’atto di vendita del veicolo. Gli acquirenti, inoltre, sono chiamati a verificare diversi aspetti dell’automobile, come i codici di sblocco dell’antifurto e dell’autoradio, il libretto dei tagliandi, le ricevute dei bolli e il Bollino Blu.

Documenti per l’acquisto di una vettura: il libretto di circolazione dell’auto

Per quanto riguarda il libretto di circolazione dell’auto acquistata, nuova o usata, è bene controllare e accertarsi che i dati riportati sul documento corrispondano effettivamente a quelli della vettura in questione. Sul libretto di circolazione è riportata la classe di omologazione del veicolo (Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5 etc.) ed è indicato se sono presenti il gancio traino e il tipo di impianto di alimentazione, a gas metano o gpl.

Acquisto di una vettura: controllare le revisioni e l’assicurazione

Al momento dell’acquisto, è bene verificare sempre che sull’auto siano state effettuate tutte le revisioni obbligatorie a termini di legge. La revisione dell’auto va effettuata dopo 4 anni dalla prima immatricolazione e, successivamente, ogni due anni entro in mese in cui è stata effettuata la prima revisione.

Anche se può risultate un consiglio scontato, bisogna ricordare di verificare con attenzione che il mezzo non sia sottoposto a fermo amministrativo. Questo tipo di verifica non è gratuita e può essere effettuata rivolgendosi ad un qualsiasi sportello del PRA, il Pubblico Registro Automobilistico, oppure recandosi presso un’agenzia specializzata.

Quando si compra un’automobile bisogna provvedere a stipulare una polizza di assicurazione presso un’agenzia assicurativa prima di poterla utilizzare su strada. Al tempo stesso, tra i documenti da controllare da parte degli acquirenti, c’è anche l’atto di vendita del veicolo, per il quale, in caso di vetture di valore inferiore ai 25.000 euro, non è più necessario un atto notarile.

Documenti per l’acquisto di un’auto: libretto dei tagliandi, Bollino Blu e bollo

Pur non essendo dei documenti indispensabili alla finalizzazione dell’acquisto, quando si compra un’automobile, il consiglio per gli acquirenti è quello di richiedere anche i seguenti documenti: il libretto dei tagliandi e il Bollino Blu che deve essere fatto ogni due anni, contestualmente alla revisione del veicolo (4 anni dalla prima immatricolazione) e che attesta che l’auto in questione è conforme alle normative sulle emissioni inquinanti. Da richiedere anche le ricevute del pagamento dei bolli: in particolare, se il bollo dell’anno in corso non è ancora stato pagato, spetta al nuovo proprietario provvedere a farlo.

Codici di sblocco antifurto e autoradio e chiavi originali

Nel momento in cui viene consegnata l’auto, l’acquirente dovrebbe chiedere, se presenti, i codici di sblocco dell’autoradio e dell’antifurto. Di solito questi codici di sblocco consistono in sequenze alfanumeriche e sono necessari per poter sbloccare i dispositivi in caso di manutenzione, evitando così di doverli sostituire con costi elevati. Fondamentale, inoltre, farsi consegnare tutte le chiavi originali dell’automobile acquistata