Info Utili

Come usare la retromarcia in salita, senza farsi prendere dal panico

La retromarcia in salita è per diversi aspetti (e per tanti automobilisti) molto complessa da effettuare; tutto dipende dalla situazione: i nostri consigli

Una delle manovre che mette più in difficoltà gli automobilisti, sia neopatentati che con esperienza, è senza dubbio la retromarcia in salita. Bisogna pensare però che, come tutte le altre tipologie di manovra, anche questa ha solo bisogno dei consigli giusti e di tanto esercizio, per non correre dei rischi con la macchina. Vediamo quindi quali sono le dritte più utili da seguire per imparare a fare retromarcia con l’auto in salita in differenti situazioni, sia con il cambio manuale che automatico, che con il freno a mano o a stazionamento elettronico.

Retromarcia in salita con il cambio automatico

In questo caso la soluzione è molto semplice, visto che l’assenza della frizione rende sicuramente la manovra meno difficoltosa. L’automobilista non deve preoccuparsi di differenti aspetti:

  • prima di tutto la valutazione della pendenza della strada da percorrere in retromarcia;
  • il peso dell’auto che si guida;
  • la presenza di passeggeri;
  • la ‘paura’ che l’auto si spenga.

È comunque importante imparare a fare retromarcia in salita usando il pedale della frizione, serve molta pratica.

Pedale della frizione: come usarlo per fare retromarcia in salita

Questo è il caso in cui non abbiamo un’auto dotata di cambio automatico ma una ‘classica’ vettura con cambio manuale e frizione da premere. Imparare a fare retromarcia in salita è molto più difficile rispetto alla partenza in salita, altro ostacolo soprattutto per i neopatentati, alle prime armi con la guida.

È necessario imparare a usare acceleratore, frizione e freno a mano per la partenza e regolare la velocità mentre si fa retromarcia in salita. Come è possibile non far spegnere il motore? Se la macchina che state guidando è dotata di freno di stazionamento elettronico, allora questo solitamente si sgancia da solo quando il veicolo stesso riceve la giusta trazione alle ruote.

Partire con il freno a mano in salita in retromarcia però è una manovra leggermente differente rispetto alla classica partenza in salita, bisogna imparare a farla al meglio, senza rovinare l’auto o correre altri rischi. Il primo consiglio è sicuramente quello di usare sempre la stessa macchina per le prime esercitazioni, è fondamentale per acquisire la tecnica, che poi potrà essere padroneggiata su tutti gli altri veicoli.

In questo modo infatti puoi capire prima come usare frizione e acceleratore non solo a seconda della pendenza della strada, ma anche del peso dell’auto. Usare la stessa vettura consente di comprendere al meglio come coordinare i pedali e il freno a mano. Il piede deve essere allontanato gradualmente dal pedale della frizione mentre con l’altro si preme l’acceleratore: in questo modo il retrotreno inizia a sollevarsi per effetto delle sospensioni che si allungano e quindi si può iniziare a rilasciare il freno a mano. Dosando nella maniera corretta frizione e acceleratore è possibile impedire alla macchina di fermarsi o di spegnersi o sobbalzare.

Parcheggiare in retromarcia su strada in salita

Una manovra molto complessa, visto che combina sia le difficoltà che si ha in alcune manovre di parcheggio che quelle classiche della retromarcia in salita, che abbiamo appena spiegato. Sarebbe bene allenarsi prima senza auto attorno. Attenzione: l’uso del freno a mano è utile soprattutto nelle fasi di ripartenza in retromarcia, per muoversi in avanti infatti è sufficiente tenere la frizione premuta e premere progressivamente il pedale del freno. Meglio non avvicinarsi mai troppo alle altre vetture parcheggiate, potrebbe servire più spazio per gestire questa tipologia di manovre senza rischiare di andare addosso ad altri veicoli.