Info Utili

Come trasportare una eBike in auto?

Appassionati di biciclette elettriche e non, seguite tutti i migliori consigli per trasportare la vostra due ruote in auto in sicurezza

Gli amanti delle gite in bicicletta o con l’eBike hanno il costante il desiderio di esplorare nuovi posti e percorsi, per questo hanno l’esigenza di caricare la propria bici in auto. Niente di complicato, ovviamente però servono l’attrezzatura giusta e anche le dovute precauzioni per poterla portare sempre con sé senza danneggiarla e soprattutto viaggiando in piena sicurezza.

Trasportare l’eBike dento l’auto: vantaggi e svantaggi

Portare la bici nell’automobile è il sistema più pratico, infatti in quasi tutte le macchine ci stanno almeno due persone e due bici, basta riuscire a capire come ottimizzare al meglio lo spazio.

In questo caso i vantaggi sono:

  • la bicicletta è protetta in caso di pioggia, e anche dai raggi solari e dal freddo;
  • l’eBike è inoltre protetta in caso di incidente, soprattutto nei tamponamenti. In questi casi le assicurazioni tendono a risarcire meno possibile se le bici danneggiate si trovano sul portabici posteriore;
  • si evitano i furti o almeno si riducono, soprattutto durante le piccole soste per il rifornimento o per una pausa in autogrill durante il viaggio;
  • viaggiare ad alta velocità non è un problema, l’aerodinamica dell’auto infatti non viene intaccata.

Ci sono però degli svantaggi da considerare:

  • caricare l’eBike o qualsiasi bici in auto significa anche rovinare e/o sporcare gli interni, se non si mettono delle coperte, delle protezioni apposite o delle sacche porta bici;
  • per caricare la bicicletta in macchina la maggior parte delle volte è necessario smontarla, rimuovendo almeno una ruota.

Attenzione: legate bene il carico con una cinghia apposita, in caso di sinistro o di tamponamento le bici, spostandosi, possono ferire i passeggeri.

Consigli utili per trasportare la bici o eBike in auto

Come viaggiare con la bicicletta in macchina senza rischi:

  • proteggere gli interni con un telo robusto da mettere sul fondo del bagagliaio per evitare danni;
  • usare una sacca per bici per proteggere le ruote e evitare che sporchino e graffino la macchina;
  • portare con sé una spazzola per togliere il grosso dello sporco dal telaio della bicicletta;
  • una volta smontata la ruota, se necessario per caricare la bici in auto, ricordate di rimettere i perni passanti dentro il telaio o la forcella, per evitare inconvenienti;
  • usare pluriball o un altro materiale da mettere tra una bici e l’altra per prevenire graffi e danni al telaio durante il trasporto.

Caricare la eBike in auto: i portabici

Se non vuoi o non puoi caricare la bicicletta dentro la macchina, allora puoi usare il portabici che consente trasportarla al di fuori del veicolo stesso.

È comodo perché non toglie spazio interno all’auto, oltretutto la bici sta fuori e quindi non sporca e non rovina gli interni della macchina. C’è un grande problema, ed è il fatto che la bici è esposta alle intemperie oltre che al rischio di furto.

Il portabici richiede anche una particolare attenzione nella guida, soprattutto in curva. Ne esistono differenti tipologie in commercio, che possono essere adattate ai vari modelli di auto:

  • innanzitutto ci sono i portabici da tetto, semplici e compatibili con quasi tutti i veicoli. Servono solo le barre portatutto compatibili per poterlo montare in pochi minuti;
  • portabici da portellone, si fissa sul portellone ed è uno dei più amati dai ciclisti, soprattutto per la grande facilità di carico delle eBike e biciclette;
  • portabici da gancio traino, uno dei più comodi, si monta e smonta in pochi secondi e non danneggia l’auto. Questi portabici hanno la replica di luci e targa e quindi non necessitano del cartello di carico sporgente (come avviene invece spesso con quelli da portellone).