Info Utili

Come togliere il cattivo odore dell’aria condizionata dell’auto

Avere l'aria condizionata in auto è sicuramente un vantaggio, attenzione però alla corretta manutenzione e alla formazione dei cattivi odori.

Il climatizzatore dell’auto è molto utile durante la stagione estiva, perché aiuta a combattere il caldo delle giornate soleggiate, soprattutto quando si viaggia per parecchie ore in macchina, ad esempio per raggiungere le mete delle vacanze estive. Possono però ovviamente capitare problemi e possono verificarsi degli inconvenienti, come quello del cattivo odore che esce proprio dalle bocchette dell’aria condizionata. Vediamo insieme alcuni accorgimenti per prevenire la formazione della puzza.

Cattivi odori che provengono dal climatizzatore auto: cosa fare

Avere il condizionatore in auto è sicuramente un vantaggio, lo abbiamo già detto in apertura. E non soltanto in estate, ma anche durante l’inverno, quando si parte all’alba per andare in ufficio e le temperature sono glaciali. Ci sono anche casi in cui il parabrezza si appanna completamente, senza che sia possibile guidare (perché la visibilità è totalmente compromessa) e anche in queste situazioni l’aria condizionata è davvero indispensabile.

Una cosa molto importante a cui fare attenzione però è la manutenzione del climatizzatore, assolutamente necessaria per il corretto funzionamento dell’impianto. È bene fare dei controlli periodici e caricare il gas che serve per far funzionare l’aria condizionata.

Nonostante la manutenzione ottimale, si possono comunque verificare dei problemi, come ad esempio la fastidiosissima formazione di cattivo odore in auto, proprio a causa del climatizzatore. È possibile però scovarne le cause e trovare quindi le soluzioni adatte.

Le cause della puzza nell’abitacolo dell’auto

Tra le possibili cause della formazione di cattivo odore negli interni della macchina, generata dal condizionatore, è l’accumulo di residui nei filtri, insieme a polvere e acari. L’aria che il sistema preleva dall’esterno e poi ‘condiziona’ per caldo o freddo (come vuole il conducente del veicolo) è ovviamente ricca di impurità. Per questo motivo passa attraverso dei filtri, che le catturano. Se i filtri si intasano, allora è possibile che si formino cattivi odori.

La puzza fastidiosa potrebbe anche derivare dalla presenza di sporcizia nelle condutture dell’aria che, uscendo dalle bocchette dell’abitacolo, espande tutti gli odori. Altra motivazione legata ai cattivi odori potrebbe essere la condensa nelle tubazioni dell’aria, che può attivare la formazione di muffe e muschi, molto puzzolenti.

Quali sono i migliori metodi per eliminare il cattivo odore del condizionatore

Per poter riportare in condizioni normali l’impianto di aria condizionata nella nostra macchina è possibile seguire uno dei semplici rimedi consigliati dagli esperti, che sono semplici e quindi alla portata di tutti, anche dei meno avvezzi a questa tipologia di operazioni.

Cosa si può fare:

  • si può decidere di andare ad intervenire sui filtri, che si trovano vicino all’attacco del parabrezza, una volta aperto il cofano (sul manuale d’uso dell’auto ci sono tutte le indicazioni utili). Basta smontarli, soffiare via la polvere e lavarli in maniera accurata per poter eliminare i cattivi odori emessi;
  • se invece pensiamo che il problema della puzza nell’abitacolo sia legata alle tubature o condutture dell’aria, allora l’unico rimedio utile è procurarsi uno spray sanitizzante specifico che si trova nei negozi di ricambi auto. È necessario comunque smontare i filtri per accedere alle tubazioni, è possibile poi spruzzare lo spray nei tubi fino alla produzione di schiuma. È necessario poi aspettare circa 10-15 minuti e accendere motore e condizionatore.

Ovviamente è possibile anche comprare deodoranti spray o i classici da appendere in auto per profumare l’abitacolo, ma di sicuro non risolvono il problema alla radice.