Info Utili

Come si usa un’auto ibrida plug-in

di Marco Coletto -

Come si usa un’auto ibrida plug-in: tanti consigli utili firmati Citroën su come ottenere il massimo dalle vetture a doppia alimentazione alla spina

Le auto ibride plug-in non sono adatte a tutti: per sfruttare al meglio le vetture a doppia alimentazione ricaricabili attraverso una presa di corrente – modelli in grado di percorrere diverse decine di chilometri in modalità elettrica prima di trasformarsi in “full hybrid” normali – bisogna innanzitutto avere la possibilità, il tempo e la voglia di attaccarle alla corrente.

Acquistare un’auto ibrida plug-in attirati dai bassissimi consumi dichiarati (non corrispondenti al vero in quanto tengono conto anche della percorrenza effettuata a emissioni zero) e non ricaricarla è una delle cose meno sensate in assoluto che si possono fare in ambito automotive. A meno che non abbiate voglia di guidare ogni giorno un’ibrida tradizionale più pesante del solito (per via delle batterie più grandi) – e di conseguenza meno efficiente – e di spendere più soldi al momento dell’acquisto per un prodotto tecnologicamente interessante ma esclusivamente se utilizzato nel modo corretto.

Citroën ha pubblicato diversi consigli utili su come ottenere il massimo dalle auto ibride plug-in: cinque suggerimenti efficaci per chi vuole utilizzare consapevolmente e in modo intelligente un mezzo sostenibile. Scopriamoli insieme.

  • Quando la batteria di un’auto ibrida plug-in è completamente carica è possibile percorrere diverse decine di chilometri in modalità elettrica. Il consiglio è di ricaricare gli accumulatori quotidianamente a casa o nei punti di ricarica pubblici.
  • Utilizzare spesso la frenata rigenerativa per recuperare energia durante le fasi di frenata e decelerazione (se possibile evitando che l’auto si fermi completamente poiché le ripartenze richiedono molta energia).
  • In caso di ingorghi o rallentamenti si lunghe distanze è possibile ottimizzare l’autonomia.
  • Le modalità di guida ecologiche aiutano a guidare nel modo più efficiente possibile, così come utilizzare il cruise control adattivo. Da non sottovalutare, inoltre, le funzioni che prevedono una riserva di energia elettrica da utilizzare nel corso del viaggio (ad esempio quando si sta attraversando un centro urbano).
  • L’aria condizionata e il riscaldamento incidono molto sull’autonomia in modalità elettrica: per questo molti modelli ibridi plug-in consentono di raffreddare o riscaldare in anticipo l’abitacolo evitando di doverlo climatizzare durante il viaggio.