Info Utili

Come si puliscono i fari opacizzati dell’auto?

Di fondamentale importanza la pulizia dei fari dell'auto, che possono ingiallirsi a causa del tempo, delle condizioni meteo e della polvere: come fare

Credits: iStock

I fari dell’auto sono uno degli elementi esterni di fondamentale importanza per la sicurezza e la circolazione. Servono infatti ad illuminare la strada in ogni circostanza e situazione, in modo da viaggiare tranquilli e sicuri anche in caso di scarsa, insufficiente o nulla illuminazione su un particolare tratto stradale. Per questo motivo è importante che i fari dell’auto non siano ingialliti: oltre ad essere molto brutti da vedere, rovinando quindi l’intera immagine dell’automobile, sono anche pericolosi, perché compromettono la visibilità in auto. Eppure ci sono differenti fattori che portano all’opacizzazione e ingiallimento dei fari, tra cui lo smog e gli agenti atmosferici. Ma vediamo come si possono pulire e farli tornare a splendere.

I migliori metodi per una pulizia accurata dei fari ingialliti dell’auto

Come abbiamo anticipato, sono tanti i fattori che possono contribuire all’ingiallimento e opacizzazione dei fari della macchina. In realtà però i principali sono legati agli agenti atmosferici, il sole primo su tutti, ma anche la pioggia, la neve e il fango. I detriti di polvere e terra accumulati e lo smog nell’aria possono essere tra le altre maggiori cause dei fari ingialliti.

I fari delle auto di una volta tendevano ad opacizzarsi molto meno rispetto ad oggi, perché erano realizzati in vetro, materiale che però negli anni, è stato progressivamente sostituito dalla plastica. Al giorno d’oggi i fanali sono in policarbonato, ricoperto e protetto da un rivestimento trasparente molto sottile. E se il policarbonato ha il vantaggio di essere più economico del vetro, purtroppo porta il grande svantaggio di essere molto più delicato e soggetto a usura e danneggiamenti.

Che cosa succede nello specifico?

Con il passare del tempo il deterioramento pian piano elimina la vernice protettiva, problema molto grande in inverno, quando le ore di sole sono molte meno e si verificano più spesso episodi di pioggia e neve. Chiaramente i fari sporchi emettono una luce molto più debole e la visibilità del conducente in auto ne risente parecchio, soprattutto in giornate, in momenti o su particolari tratti di strada con visibilità ridotta, dove aumenta il rischio di sinistri stradali.

Come risolvere il problema: pulizia fai da te

La prima soluzione che proponiamo possiamo definirla ‘casalinga’:

  • pulire i fari dell’auto usando un panno umido;
  • ricoprire la superficie attorno con del nastro adesivo;
  • usare del dentifricio normale, senza microgranuli o particelle che possono graffiare il faro, e passarlo su tutto il faro con una spugna;
  • in alternativa si può usare del bicarbonato, al posto del dentifricio;
  • risciacquare perfettamente.

Altro metodo, più ‘aggressivo’ ed efficace:

  • prendere della carta abrasiva con grana differente;
  • proteggere la superficie attorno al faro con un nastro adesivo;
  • carteggiare il faro con la carta a grana P280 fino ad ottenere un risultato omogeneo;
  • pulire con un panno e usare invece la carta con grana P500;
  • fate lo stesso poi con grana P800, che dona più trasparenza al faro;
  • prendere uno spruzzino pieno d’acqua e bagnare il faro;
  • passare la carta con grana P1000 per almeno 10 minuti;
  • passare poi le carte con grana P1200 e P1500, stavolta insistete per almeno un quarto d’ora;
  • come ultimo passaggio dopo tutta questa fase di preparazione, usare la pasta abrasiva, applicandola su tutta la superficie asciutta e strofinando in maniera molto energica con un panno morbido.

Il gioco è fatto! I fari della vostra auto torneranno a splendere.

Leggi l'articolo su Icon Wheels