Info Utili

Come si montano le barre portapacchi?

Le barreportatutto sono degli accessori auto che possono essere molto utili per viaggiare: tutto quello che bisogna sapere su caratteristiche e montaggio

Le barre portatutto o portapacchi sono molto utili soprattutto d’estate, quando si parte per le vacanze e si deve caricare l’auto. Unica nota dolente relativa a questo accessorio auto potrebbe essere la difficoltà di montaggio, per questo motivo cerchiamo di spiegare come montare al meglio le barre portatutto e quali caratteristiche dovrebbero avere.

Che cosa sono le barre portatutto?

Parliamo di particolari strutture, che in genere sono fatte in acciaio o in alluminio, e che vengono montate sul tetto della macchina per potervi fissare dei pacchi o le valigie prima della partenza per le vacanze; possono servire anche per agganciarci (grazie ad appositi accessori) le biciclette, gli sci e l’attrezzatura sportiva che non riesce ad entrare con facilità nell’abitacolo dell’auto o del baule. Soluzione molto comoda per chi viaggia in auto con la famiglia o con un gruppo di amici e ha bisogno di spazio all’interno.

Cosa sapere prima di comprare le barre portatutto

La prima cosa da controllare prima dell’acquisto è che si tratti di accessori certificati e omologati per non alterare la stabilità della macchina durante il viaggio, garantendo quindi il massimo della sicurezza in auto, nonostante il carico pesante. Le barre portatutto devono rispettare parametri e requisiti particolati, stabiliti dal Codice della Strada.

In commercio ci sono differenti modelli di barre portapacchi, attenzione a considerare sempre, prima della scelta, il tipo di auto o altro mezzo sul quale devono essere montate. Ci sono vetture dotate di rails o mancorrenti, barre longitudinali su cui poter fissare le barre portatutto con il kit apposito. Ci sono invece altri veicoli che non hanno i rails e sui quali quindi le barre devono essere ancorate al tetto, utilizzando i punti di fissaggio stabiliti dal produttore o fissandole alle portiere.

È possibile comprare barre portatutto originali, realizzate dalle Case auto, che chiaramente comportano una spesa maggiore, oppure quelle compatibili, sicuramente meno costose, ma per le quali è ovviamente fondamentale verificare che siano supportate dalla propria macchina.

Come si montano le barre portatutto?

I modelli che devono essere montati su auto che hanno già i mancorrenti sono sicuramente i più semplici da installare sul veicolo, è sufficiente infatti posizionarle sugli appositi rails, rispettando la distanza minima tra l’una e l’altra e intervenendo sulla vite interna che spinge il tirante verso il basso, bloccando l’oggetto e fissandolo in modo sicuro, in modo che nulla si muova durante il viaggio, e che tutti siano quindi sicuri.

Il montaggio con i punti di fissaggio invece è più complesso; questi innanzitutto devono prima essere evidenziati e non sempre è così facile. Se non si è esperti ed è la prima volta che si usano delle barre portatutto, è meglio chiedere supporto ad un professionista del settore. Le barre con ganasce invece sono quelle che devono essere fissate all’interno dell’abitacolo, a portiere aperte. Una volta chiuse, le barre restano in posizione fino alla fine del viaggio.

Barre portatutto: i materiali

In genere si tratta di un accessorio realizzato in acciaio o in alluminio. Le prime sono senza dubbio più resistenti ed esteticamente meno belle, oltre ad avere un peso maggiore, che influenza quindi in modo negativo i consumi di carburante. Le barre in alluminio sono più leggere e anche più gradevoli alla vista, oltre che più costose. In ogni caso, sono più comode perché incidono meno sull’aerodinamica del veicolo (oltre che sui consumi).