Info Utili

Come si mantiene correttamente la capote?

Le auto con la capote hanno sempre un certo fascino, certo è che devono essere curate per mantenerle belle e funzionali nel tempo: come fare

Credits: iStock

Avere un’auto con la capote è un desiderio di molti, modelli di vetture molto affascinanti ed eleganti, con un dettaglio unico e intramontabile. Le decappottabili sportive sono un must have per molti, che hanno la possibilità di trasformarsi in vetture dall’estetica più classica, a modelli stilosi e modaioli, oltre che open-air, che non passano di certo inosservati.

Una cosa è certa: la capote dell’auto, per quanto sia bella, ha bisogno di una buona e curata manutenzione, per fare in modo che resti sempre funzionale nel tempo. Vediamo come prendersi cura della capote.

Capote meccanica: la manutenzione

Oggi un automobilista ha la possibilità di scegliere tra differenti varianti di capote a seconda del proprio modello di vettura e anche dei gusti personali e delle esigenze. La capote in tela è da sempre una delle più amate, un modello molto apprezzato per il suo stile un po’ vintage, retrò, che ricorda gli anni della ‘dolce vita’. È un modello tradizionale e molto usato, detto anche soft-top. È una capote che si riesce ad aprire e chiudere in maniera semplice e rapida, che si ripiega su se stessa. Basta azionarla attraverso l’apposito comando manuale che si trova vicino al volante della macchina.

Questo modello è senza dubbio quello che ha bisogno di una maggior cura, una manutenzione meticolosa, che permette di tenerla sempre pulita ma anche funzionale, senza blocchi e problemi di alcun tipo. La capote in tela necessita di trattamenti particolari, che vanno eseguiti una volta l’anno, in modo da riuscire a mantenere intatta la protezione impermeabilizzante.

Cosa usare per la pulizia della capote in tela

In commercio vendono l’apposito spray plastificante; la pulizia può essere effettuata presso un centro specializzato nell’autolavaggio, che sia in grado di trattare il tessuto con la giusta accortezza, evitando forti getti d’acqua. È possibile ovviamente lavare la macchina (capote compresa) anche a casa, in un luogo coperto, e con la massima cura e dedizione, usando una spazzola a setole morbide o acqua fredda e una spugna.

Attenzione: aspettate sempre che la tela sia perfettamente asciutta prima di chiudere la capote. Non deve esserci alcuna traccia di umidità, per evitare la formazione di muffe e macchie antiestetiche.

Come pulire la capote rigida

Si tratta di un tettuccio definito in questo caso hard top, montato sulle auto direttamente dalla Casa produttrice: è parte integrante della stessa vettura e quindi della carrozzeria. Anche in questo caso comunque la manutenzione è assolutamente fondamentale, la capote deve essere trattata con cura e pulita con regolarità, usando detergenti e prodotti specifici, per mantenere la struttura inalterata e nel tempo, senza alcun difetto e danno.

Capote elettronica: la cura

In questo caso ci sono elementi a cui bisogna prestare particolare attenzione, ovvero le guarnizioni, che richiedono una cura regolare e un controllo da parte di un professionista almeno una o due volte l’anno. La manutenzione dovrebbe essere fatta prima e dopo l’inverno, usando prodotti specifici che consentano alle guarnizioni di non diventare porose e fragili nel tempo.

Tutte le cerniere visibili della capote elettronica inoltre dovrebbero essere correttamente lubrificate con il grasso spray.

In commercio comunque, nei negozi specializzati, è possibile trovare i prodotti appositamente studiati per la cura della capote auto. Per mantenere l’auto in buono stato è necessario eliminare i piccoli graffi e prevenire ingiallimenti e muffa. La manutenzione è fondamentale, e può aiutare a tenere la capote bella e funzionante anche fino a dieci anni.

Leggi l'articolo su Icon Wheels