Info Utili

Come si affronta una frenata d’emergenza in moto?

Per evitare rischi e pericoli anche molto gravi in moto, è bene sapere come affrontare una frenata improvvisa nel migliore dei modi

Quando si viaggia in moto, una delle manovre più pericolose, che qualsiasi pilota vorrebbe evitare, è senza dubbio la frenata di emergenza. Eppure purtroppo capita di doverla effettuare, a causa del comportamento distratto del pilota stesso, della velocità di percorrenza eccessiva su strade sconosciute o ancora per colpa di altri utenti della strada sbadati o inesperti. È fondamentale quindi imparare a gestire la frenata d’emergenza in maniera ottimale, per evitare incidenti e rischi inutili. Vediamo cosa bisogna sapere quindi sull’argomento, alcuni consigli utili.

Come affrontare la frenata d’emergenza con la moto

Tutti coloro che utilizzano una moto, ma anche un scooter, sanno bene che, sebbene si cerchi di evitare, molto spesso accade di dover frenare improvvisamente a bordo della propria due ruote, e non è mai piacevole. I rischi sono tanti, ma purtroppo capita di dover effettuare questa manovra d’emergenza in differenti casi, per evitare incidenti o problemi. Degli esempi:

  • l’auto che si ha davanti decide di svolta a sinistra all’ultimo momento, senza preavviso;
  • un pedone si ‘lancia’ in strada, attraversando senza nemmeno guardare.

Sono solo due delle infinite situazioni simili che si possono verificare, e cosa fare per evitare incidenti anche molto gravi? Frenare bruscamente. Ma la frenata d’emergenza deve essere affrontata nel modo migliore, per riuscire a controllare la propria moto, senza rischiare di cadere al suolo, facendosi male.

Come frenare quando ci si trova in queste situazioni:

  • prima di tutto premere la leva del freno anteriore progressivamente, arrivando alla pressione massima. In questo modo il peso va all’anteriore, comprime sospensione e gomma, che espande la superficie a contatto con la strada, e così acquista più aderenza;
  • evitare assolutamente di frenare bruscamente, si rischia infatti di non sfruttare totalmente l’aderenza dello pneumatico anteriore;
  • sarebbe meglio usare tutti e due i freni, aiutandosi anche con il posteriore, in modo che anche la gomma dietro possa mantenere il contatto con l’asfalto e offrire un po’ di trazione, per rallentare prima;
  • attenzione però a non contare solo sul freno posteriore;
  • controllate la situazione attorno a voi: se frenate al massimo e in maniera perfetta, ma avete un’auto vicinissima dietro, è praticamente inutile. Non è facile, ma bisognerebbe creare attorno a sé una ‘zona sicura’, per rimanere ‘isolati’ in qualsiasi situazione, senza essere d’intralcio. Questo permette di avere sempre lo spazio per una eventuale frenata d’emergenza.

Fate attenzione anche a questi dettagli, che possono essere molto utili per una guida sicura in moto:

  • se davanti a voi c’è un veicolo che oscura la visuale, allora spostatevi, non stategli dietro, gestite voi la situazione per evitare pericoli;
  • controllate sempre le condizioni del traffico attorno alla vostra moto;
  • guardate più avanti possibile, in modo da verificare se ci sono dei potenziali rischi sulla strada, prima di ritrovarli troppo vicini a voi, quando ormai sono un problema;
  • una cosa molto importante da fare, quando si ha meno esperienza, è prendere confidenza con la propria moto e provare a frenare fino al massimo in un parcheggio vuoto;
  • altra cosa fondamentale è conoscere a fondo la propria moto, quindi sapere quanto velocemente può frenare, cosa succede se la ruota posteriore si alza da terra, quando si può usare il freno dietro prima che blocchi e molto altro.

Attenzione a non avere mai paura di frenare per evitare situazioni di pericolo, tenete presente tutto quello che avete letto finora, ma quando è necessario cercate di fermare prima possibile la vostra moto. È possibile che la ruota posteriore si sollevi, ma è fondamentale ridurre la velocità dell’impatto.

tag
moto