Info Utili

Come si accende una moto a spinta? I consigli utili

Può capitare di ritrovarsi con la propria moto in panne, per questo è bene sapere come provare ad accenderla a spinta: i consigli per non sbagliare

Non solo auto, purtroppo infatti può succedere di rimanere a piedi anche con la moto. Questa potrebbe non partire per problemi al sistema di alimentazione/benzina oppure, grande classico, perché la batteria è scarica. Vediamo come bisogna comportarsi e soprattutto se e come è possibile avviare la moto a spinta.

Accendere la moto a spinta: cosa succede

Ogni motociclista dovrebbe essere a conoscenza della procedura che consente di accendere la moto a spinta. Una tecnica che infatti può salvare il pilota e rendersi molto utile in casi, seppur rari (se la moto viene mantenuta in buona condizioni) in cui la due ruote abbia dei problemi in fase di avviamento. Se la moto è in panne, l’accensione a spinta è una soluzione, anche se potrebbe non rivelarsi utile in ogni situazione.

Se il sistema legato alla benzina inizia ad avvertire dei problemi oppure se la batteria del veicolo è scarica, allora sarà praticamente impossibile avviare la moto come di consueto. Chiaramente i problemi alla due ruote sono risolvibili solo ed esclusivamente recandosi presso un meccanico esperto, in un’officina specializzata. Ma intanto, saper accendere la moto a spinta, consente di far partire almeno il mezzo, provando a caricare un po’ la batteria, per raggiungere un centro professionale dove sottoporre la moto a dei controlli specifici.

Prima di provare a partire a spinta, bisogna però cercare di capire quali sono le cause che impediscono l’accensione tradizionale della moto. Degli esempi? Sembra banale, ma prima di allarmarvi:

  • controllate che ci sia benzina nel serbatoio;
  • assicuratevi che il cavalletto non sia abbassato;
  • non dimenticate di togliere la folle e mettere la moto in marcia;
  • togliete il blocco motore.

Se anche con questi piccoli accorgimenti la moto non parte ugualmente, allora vediamo come farla partire con la tecnica ‘a spinta’, in pochi semplici passi.

Come far partire la moto a spinta

La prima cosa da fare per utilizzare questa tecnica è inserire una marcia bassa, in genere si consiglia la seconda, la più adatta per questo intervento. Ci sono però dei modelli di moto che possono partire a spinta anche con la prima inserita.

Una volta entrata la marcia, è necessario tirare la frizione spingere il mezzo davanti a voi, meglio se c’è molto spazio, perché per partire bisogna raggiungere almeno gli 8 km/h di velocità. La moto a questo punto dovrebbe accendersi, potrebbe sbandare, per questo assicuratevi che la strada sia abbastanza libera. Attenzione: se possibile, facilitate l’operazione eseguendola su una strada in discesa; invece di spingerla e correre, montate in sella in modo da controllarla anche meglio.

Una volta raggiunta la velocità di cui avete bisogno, mollate la leva della frizione e premete lo starter per accendere la moto. Accelerate e tirate ancora la frizione, in modo da riuscire a tenere la moto, senza perderne il controllo. Alzate i giri del motore, sempre con la frizione tirata, per evitare che si spenga. Fate un giro cercando di tenere la vostra due ruote sempre su di giri, per poter così ricaricare la batteria. Se il problema era quindi la batteria scarica, in questo modo lo avete temporaneamente risolto.

Il passaggio successivo da fare altrimenti è capire qual è il vero problema che non consente alla moto di partire in maniera tradizionale. Quindi potete risolverlo definitivamente solo recandovi dal meccanico.

tag
moto