Info Utili

Come si abbassano le sospensioni di un’automobile?

L'abbassamento delle sospensioni dell'auto è un intervento di tuning che deve essere fatto a regola d'arte, solo da esperti del settore: in cosa consiste

Credits: iStock

Negli anni Ottanta andava molto di moda, nel tuning auto, l’abbassamento della vettura, o meglio, della sospensione. Un processo apparentemente semplice, che trasformava le tipiche macchine famigliari, le coupé e addirittura i camion in ‘auto da corsa’. Ma emerse in poco tempo che l’abbassamento dell’auto non era poi così semplice. Vediamo quello che bisogna sapere a riguardo.

Modifiche auto da evitare

È indubbio che tagliare semplicemente le molle è proibito dalla legge. Accorciare le molle della sospensione per ribassare la macchina è una pratica assolutamente illegale, e anche pericolosa, perché rende l’auto poco sicura per la circolazione.

Cosa comporta l’abbassamento:

  • rivoluziona l’aspetto dell’auto, anche se i vantaggi pratici sono pochi;
  • l’auto infatti non diventa più veloce e nemmeno più economica;
  • l’abbassamento professionale con componenti approvati e controllati, invece può migliorare la tenuta di strada.

Se si abbassa infatti il centro di gravità dell’auto, in curva l’auto può avere una maggiore tenuta e sbandare meno. L’abbassamento può anche migliorare leggermente le dinamiche di guida. Per trarne i vantaggi però bisogna modificare anche altri componenti:

  • le gomme;
  • i cerchi;
  • la carrozzeria;
  • i freni.

L’abbassamento delle sospensioni deve essere ben valutato e pianificato, altrimenti si rischia di trovarsi davanti ad una soluzione inadeguata e oltretutto non soddisfacente.

Gli svantaggi

Purtroppo l’abbassamento delle sospensioni dell’auto, nel tuning, comporta profonde modifiche al veicolo e quindi anche degli svantaggi, che per alcuni possono essere irrilevanti, per altri invece molto fastidiosi:

  • sospensione bassa;
  • cambiamento dell’aspetto della vettura;
  • accesso all’auto più scomodo;
  • aumento dei costi di riparazione e manutenzione;
  • minore altezza dal suolo;
  • ogni buca, ghiaia, fondo sconnesso diventa molto più fastidioso;
  • scomoda durante i lunghi viaggi: l’altezza inferiore dal suolo ‘garantisce’ il mal di schiena;
  • cambia anche la visione della strada;
  • aumenta il rischio di danneggiare l’impianto di scarico e la coppa dell’olio;
  • i supporti della sospensione più corti si usurano più rapidamente.

Abbassamento delle sospensioni dell’auto: un lavoro da professionisti

Per eseguire un ottimo tuning della sospensione e ottenere i risultati tanto sperati, è assolutamente necessario essere degli esperti del settore oppure affidare la propria auto ad un professionista che si occupa di questa tipologia di interventi. Nessuna modifica di questo tipo dovrebbe mai essere fatta senza prima richiedere un parere e consiglio professionale. È importante infatti sapere qual è la più corretta combinazione di elementi e supporti della sospensione da scegliere, le gomme e i cerchioni più adatti alla propria auto. Seguire il consiglio di un esperto consente anche di non commettere errori e inserire elementi illegali.

Le modalità di abbassamento della sospensione

Ci sono tre differenti modi per abbassare la propria auto:

  • inserimento di una sospensione sportiva;
  • diminuire la lunghezza delle molle;
  • inserimento di una sospensione a regolazione elettronica.

L’accorciamento delle molle è la soluzione più economica e l’installazione è legale e semplice. Attenzione: se la molla viene messa in tensione strumenti e attrezzi sbagliati, rischia di rompersi. Bisogna usare esclusivamente un tenditore per molle professionale.

Sostituire invece le molle originali con elementi più corti necessita la rimozione dell’ammortizzatore. È strettamente consigliano anche andare a sostituire i cuscinetti, perché l’abbassamento della sospensione comporta maggiori sollecitazioni a queste componenti. Una volta cambiati i cuscinetti, bisogna allineare le ruote; attenzione: fatelo solo ed esclusivamente in un’officina professionale.

Leggi l'articolo su Icon Wheels