Info Utili

Come sbloccare il volante dell’automobile in caso di malfunzionamento

Possono esserci di differenti motivi per cui il volante dell'auto risulti irrigido e impossibile da girare, vediamo come risolvere il problema

Può succedere a chiunque di trovare il volante dell’auto bloccato, anche durante gli spostamenti quotidiani, nel momento in cui si rimette in modo la macchina. Il blocco, a seconda dei motivi che lo hanno scatenato, può essere anche molto pericoloso. Questo è il motivo per cui è fondamentale sapere come comportarsi.

Blocco del volante auto: le cause

Il volante dell’auto si può bloccare a causa dell’attivazione di un meccanismo di sicurezza di cui è dotata la macchina stessa. Ci sono altri casi, i più pericolosi, in cui invece purtroppo tutto dipende da un malfunzionamento anche grave del veicolo, soprattutto legato al servosterzo o alle gomme.

Nel caso in cui non ci siano danni seri, lo sblocco del volante è un’operazione comunque semplice e che non richiede molto tempo. È necessario avere pazienza e seguire i consigli giusti, senza improvvisare e soprattutto senza farsi prendere dall’ansia e dall’agitazione. Attenzione: non dimenticate mai di sottoporre il vostro veicolo alla giusta manutenzione periodica, per poter evitare ogni tipologia di problematica anche seria.

Come sbloccare il volante dell’auto

Il primo modo consigliato per provare a girare il volante dell’auto bloccato è il seguente:

  • inserire le chiavi di accensione della vettura;
  • con piccoli movimenti precisi e molta pazienza, oltre a un buon coordinamento, giratele da destra a sinistra. Nel frattempo anche il volante deve essere mosso con le stesse modalità;
  • è bene ripetere i movimenti per almeno tre volte.

Se non cambia nulla e il volante resta rigido:

  • togliere e rimettere la chiave;
  • riprovare con i passaggi descritti prima, sempre con movimenti in sincrono, è importante che siano decisi e precisi, ma comunque delicati;
  • abbinate correttamente i movimenti delle chiavi con quelli del volante.

Se il volante fa un click, allora si è finalmente sbloccato ed è possibile mettere in moto l’auto. In caso contrario, è necessario cercare una soluzione alternativa.

Volante bloccato: problema alle gomme o al servosterzo

Una delle cause principali del blocco del volante è la scarsa manutenzione degli pneumatici. Nel caso in cui questi ultimi siano infatti malridotti e sgonfi, allora possono comportare dei problemi anche molto gravi alla macchina. Tra questi, l’irrigidimento del volante. Il consiglio è quindi quello di controllare spesso la pressione delle gomme.

Nel caso in cui siano sgonfie, allora è bene rivolgersi ad un gommista, che riporta gli pneumatici alla pressione ideale e che è in grado anche di controllare tutti quei dettagli fondamentali per tenere la propria vettura al sicuro. Se avete abbastanza dimestichezza con la manutenzione auto, allora è possibile occuparsi delle gomme anche autonomamente, utilizzando un manometro per gonfiarle (quando sono fredde e a riposo).

Se il volante si blocca anche quando gli pneumatici sono in ottimo stato, allora la causa potrebbe essere la mancanza di olio del servosterzo. La prima cosa da fare è quindi controllare il livello di liquido contenuto nella vaschetta del servosterzo (quando l’auto è spenta da ore). È possibile ricorrere al fai da te, senza rivolgersi necessariamente al meccanico:

  • aprire il cofano;
  • svitare il tappo della vaschetta;
  • usare l’asta che serve per controllare il livello dell’olio;
  • in caso di scarse quantità, comprare e rabboccare il liquido in un negozio di autoricambi.

Se anche in questo caso il volante dell’auto rimane fermo e non si riesce a sbloccare, allora è assolutamente necessario far controllare la macchina ad un meccanico, per poter individuare il problema e risolverlo quanto prima.