Info Utili

Come si fa a risparmiare sul GPL?

Ridurre i consumi in un'auto GPL non solo è possibile, ma anche più semplice di quanto si possa immaginare. Ecco i consigli per consumare meno

Anche in un periodo poco felice per il mercato auto come quello degli ultimi anni, le auto GPL stanno confermando il fascino che riescono a esercitare sugli automobilisti italiani. Il numero di auto a gas che circolano sulle nostre strade cresce di mese in mese. Di riflesso, cresce anche il numero di persone che si chiede come consumare meno GPL? Anche se il Gas di Petrolio Liquefatti costa meno di benzina e diesel, infatti, i consumi di questa motorizzazione sono più elevati rispetto a carburanti alternative.

Insomma, scoprire quali sono i consigli per diminuire i consumi di gas rende i veicoli a GPL ancora più convenienti. Scopriamo insieme quali sono i più efficaci.

Come consumare meno GPL: i consigli

C’è da dire, prima di tutto, che i trucchi per ridurre il consumo di GPL sono, a grandi linee, gli stessi da mettere in atto se si possiede un veicolo alimentato a benzina o diesel. Indipendentemente dal carburante, infatti, le “buone abitudini” per consumare meno sono sempre le stesse.

E, non a caso, le nostre abitudini al volante sono di grandissima importanza quando si parla dei consumi di un’auto. Per far salire il rapporto tra chilometri percorsi con un litro di GPL è molto importante mantenere un’andatura costante per tutto il tragitto, evitando frenate e accelerazioni brusche e improvvise. Le continue ripartenze, infatti, costringono il motore a lavorare ad alti regimi, influenzando negativamente i consumi.

Se la vostra auto vi consente poi di scegliere tra diverse modalità di guida, impostate sempre quella Eco, che vi aiuterà a ridurre automaticamente i consumi scegliendo mappature più conservative. A meno che non sia indispensabile, poi, tentate di ridurre il più possibile il carico a bordo dell’auto: più cose pesanti portate a bordo, maggior fatica farà il motore per trasportarle.

Comprare un’auto GPL: occhio ai consumi

Se state valutando l’acquisto di una nuova auto, fate riferimento ai listini prezzo e alle brochure, dove solitamente i produttori auto inseriscono i dati di consumo delle auto. In questo modo avrete un’idea generale di quanto consumano i veicoli e potrete scegliere (anche) in base a questo dato. Se cercate dei consigli su come consumare meno carburante, infatti, l’ideale è partire da una base “solida”. Ossia, un’auto che consuma poco.

La base di partenza: la manutenzione dell’auto

Per ultimo quello che possiamo considerare come il più importante dei consigli: la manutenzione dell’auto. I consumi del veicolo, che sia alimentato a benzina, diesel o GPL fa davvero poca differenza, sono fortemente influenzati dallo “stato di salute” dell’auto stessa. Se trascuriamo la manutenzione (ordinaria e straordinaria) del mezzo, le performane e i consumi ne risentiranno forzatamene.

Per consumare men GPL, dunque, è di grande importanza sottoporre l’auto a tutti i controlli prescritti dal produttore. In particolare, bisogna rispettare le scadenze del tagliando dell’auto (una volta ogni 15-20 mila chilometri o una volta l’anno). Sarà così possibile sostituire i filtri nel caso in cui siano intasati e verificare lo stato di usura delle altre componenti meccaniche del veicolo.

Allo stesso modo, è bene controllare periodicamente lo stato degli pneumatici e verificare che il livello di pressione sia ottimale. Delle gomme eccessivamente gonfie – o, al contrario, quasi a terra – impediscono alla macchina di lavorare al meglio, aumentando così l’attrito con il fondo stradale e facendo impennare i consumi.

Insomma, il vero trucco per consumare meno carburante sta nell’amore e nella cura che dimostrate nei confronti della vostra auto. Se voi l’accudirete, lei saprà ripagarvi con consumi contenuti e in linea con quelli dichiarati dal produttore.

tag
gpl