Info Utili

Come pulire il tettuccio di un’auto in maniera accurata e precisa

Il tettuccio dell'auto, come tutte le parti interne, ha bisogno di essere pulito con i prodotti giusti: vediamo come fare

I tessuti del cielo dell’auto col tempo si possono ingiallire e ingrigire, ma basta sapere utilizzare i detergenti giusti per fare una pulizia accurata senza rovinare il materiale. Anche il rivestimento del tetto della macchina risente della presenza della polvere che si appoggia su ogni superficie, ma a volte non ci si pensa.

Eppure si possono formare dei fastidiosi aloni sia sul tettuccio in tessuto che sul tetto panoramico in vetro. Quello che per molti è noto anche come cielo e che si trova sopra le teste dei passeggeri, deve ricevere le stesse attenzioni di ogni altra componente interna dell’auto. Come abbiamo già visto infatti, oltre alla carrozzeria e agli esterni di ogni veicolo, meritano la dovuta pulizia anche i sedili, il volante, il cruscotto e molto altro, come vetri e cristalli

Le cause del tettuccio rovinato e macchiato

Il vizio del fumo in macchina è una delle principali cause della formazione di macchie sul tettuccio e non solo; un’abitudine malsana sia per la propria salute che per quella degli interni dell’auto. Il fumo della sigaretta può ingiallire e ingrigire ogni componente interna, oltre a impregnare la tappezzeria di un cattivissimo odore e a riempire l’abitacolo di cenere. Sarebbe meglio quindi evitare di fumare in auto, già lo smog e l’inquinamento atmosferico in generale sono cause di deterioramento, cattivi odori e ingiallimento dei tessuti.

Come eliminare aloni e polvere dal tettuccio dell’auto

Le macchie dovute alla polvere e al fumo in auto possono essere eliminate facilmente, basta utilizzare i detergenti appositi che si trovano in commercio e seguire le indicazioni che vengono riportate sulle confezioni.

Questi prodotti in genere devono essere spruzzati sulle superfici da trattare, lasciando poi loro il tempo di agire (qualche secondo), poi è necessario strofinare in maniera energica, evitando di provocare dei danni. Sarebbe preferibile utilizzare un panno in microfibra pulito (asciutto oppure leggermente umido). È importante procedere trattando una piccola zona per volta.

Anche le macchie causate dall’umidità possono essere eliminate dal tettuccio dell’auto o dal tessuto dei sedili. Bisogna avere molta pazienza e, anche in questo caso, comprare i detergenti giusti. I tessuti trattati e curati a dovere, senza prodotti aggressivi, possono davvero riacquisire una nuova luce.

Attenzione: c’è una cosa molto importante da sapere, un’operazione assolutamente necessaria da fare prima di procedere con la pulizia. Bisogna conoscere lo stato di salute del padiglione, picchiettando delicatamente il tetto con le dita per essere sicuri che il telaio dell’auto sia ancora ben solido e che la spugna eventualmente secca non cada come “pioggia di polvere” in microscopiche particelle nell’auto. Per la pulizia del tetto, se non vi fidate a eseguirla autonomamente, fate fare il lavoro ad un esperto.

Pulizia del tettuccio dell’auto: il vapore

Spesso si vuole utilizzare il getto del vapore, come quando si fanno le pulizie di fino in casa, per igienizzare e pulire al meglio anche la macchina. Attenzione però, perché un getto di vapore potrebbe anche intaccare la compattezza del rivestimento in tessuto-spugna-cartone del tettuccio dell’auto, che richiede molta attenzione e delicatezza. Il distaccamento o deterioramento del padiglione del tetto infatti spesso è causato proprio (oltre che dall’esposizione prolungata dell’auto al sole) da pulizie incaute, con prodotti e tecniche aggressivi, che portano allo sgretolamento della spugna, andando a formare delle bolle e dei rigonfiamenti antiestetici.