Info Utili

Come pulire gli interni dell’auto in camoscio o Alcantara: tutti i trucchi

Scopri le differenze tra l'Alcantara e la pelle scamosciata e come pulire gli interni dell'auto senza rovinarli, usando detergenti e strumenti adeguati

Sia la pelle scamosciata che l’Alcantara sono due materiali molto morbidi e lussuosi che vengono usati per i rivestimenti interni, che nel tempo hanno guadagnato popolarità nel mondo automobilistico. Si tratta di tessuti delicati, che possono richiedere un’elevata manutenzione e cura, soprattutto per quanto riguarda la pulizia.

Le differenze tra pelle scamosciata e Alcantara

La pelle scamosciata è una variante della pelle molto porosa e traspirante, fornisce una superficie morbida al tatto, molto confortevole, che viene paragonata alla “peluria” della buccia della pesca. È flessibile e resistente, ma è anche molto assorbente.

Alcantara è un’alternativa sintetica simile alla pelle scamosciata naturale, condivide molte delle stesse caratteristiche, ma non proviene dalla pelle della mucca. L’Alcantara infatti è costituita da una miscela di poliestere e poliammide.

I due materiali sono molto simili e i termini sono spesso usati in modo intercambiabile. Entrambi i tessuti sono utilizzati in varie applicazioni che includono mobili, abbigliamento, calzature, elettronica e automobili. L’Alcantara in genere viene usato più frequentemente perché è più economico e vanta anche un’alta resistenza alla fiamma, per questo viene usato come materiale di rivestimento per i sedili delle auto da corsa di Formula 1.

Gli svantaggi della pelle scamosciata e dell’Alcantara

Si tratta di due materiali molto belli e lussuosi, che però presentano anche dei punti di debolezza:

  • innanzitutto la tendenza ad assorbire le sostanze con cui vengono a contatto. Le piccole fibre che compongono la consistenza morbida e vellutata si opacizzano e iniziano a distendersi, così compaiono delle macchie e la superficie inizia a perdere la sua lucentezza originale;
  • il materiale può diventare così sporco che la superficie scamosciata inizia ad assumere una consistenza grassa/oleosa.

Per anni sulle auto da corsa sono stati installati volanti in pelle scamosciata o Alcantara per la miglior presa, ma poiché assorbono così facilmente, mettere le mani su un volante in pelle scamosciata senza un paio di guanti diventa davvero un problema.

Un vantaggio? Si tratta comunque di un materiale facile da pulire, vediamo i passaggi base che servono per la pulizia e la manutenzione della pelle scamosciata o dell’Alcantara.

Come pulire gli interni auto in pelle scamosciata o Alcantara

Vediamo innanzitutto cosa serve:

  • un detergente di qualità realizzato appositamente per questi tessuti;
  • una spazzola con setole semi-rigide (per esempio pelo di cinghiale);
  • panni in microfibra puliti.

Come procedere:

  • applicare la soluzione detergente direttamente sulle macchie (vedi sempre le istruzioni sull’etichetta del prodotto);
  • lasciare agire alcuni secondi;
  • strofinare con la spazzola, con movimenti circolari decisi, ma senza esercitare troppa pressione.
  • usare un panno in microfibra pulito e asciutto per eliminare la schiuma che si forma e che elimina lo sporco dall’auto;
  • lo stesso processo deve essere ripetuto in tutte le aree colpite, come braccioli, sedili e rivestimenti per la testa;
  • una volta rimossi gli oli, le macchie, lo sporco, lasciare asciugare le zone pulite prima di usare l’auto. Il liquido in eccesso può essere assorbito con i panni in microfibra asciutti.

Si tratta comunque di un processo di pulizia semplice, ma che ha bisogno di cura e di un lavoro più certosino rispetto ad altri materiali come plastica o gomma. Ma una pulizia più precisa è molto utile per mantenere gli interni sempre detersi e piacevoli al tatto.