Info Utili

Come pulire la capote in tessuto della tua auto senza danneggiarla

Le auto con la capote sono meravigliose, vediamo come preservare il loro aspetto e lavare il tettuccio in tessuto senza rovinarlo

Che belle le auto decappottabili, viaggiare con i capelli al vento d’estate! Ma non ci sono solo aspetti positivi legati alla capote della macchina, il tetto pieghevole  in tela o in materiale plastico e retrattile. Vediamo come pulirlo senza danneggiarlo.

Come pulire la capote dell’auto

Chi non ha mai posseduto una decappottabile non lo sospetta, ma il ‘tetto pieghevole’ è molto delicato e può presentare dei problemi. Può uscire di sede, può strapparsi, può sporcarsi o diventare opaco. E non sempre è facile da pulire. Ha comunque bisogno senza alcun dubbio di una manutenzione extra. I tettucci delle cabriolet sono realizzati con materiali flessibili, tessuto o vinile, che consentono loro di piegarsi. La pulizia deve essere fatta regolarmente, perché la capote altrimenti inizia a perdere il suo splendore e il suo bell’aspetto originale, potrebbe anche essere soggetta a strappi e richiedere quindi una sostituzione anticipata.

Capote in tessuto o in vinile: cosa sapere

Prima di pulire la capote della tua auto è importante determinare se è realizzata in tessuto o vinile. La maggior parte delle decappottabili oggi ha il tettuccio in tessuto, ma ce ne sono diverse anche in vinile. Come capirlo? Fate cadere alcune gocce d’acqua sulla parte superiore e provate a strofinarle con le dita; se il materiale sembra assorbire l’acqua, allora è tessuto, se l’acqua rimane in superficie è vinile. È importante determinare la composizione della capote perché i prodotti per la pulizia e la protezione sono differenti.

Come si pulisce una capote in tessuto?

La parte superiore dell’auto in tessuto purtroppo ovviamente attira molta sporcizia e detriti. Cosa serve per pulire la capote in tessuto? Una spazzola morbida e dell’acqua. Come fare: bagna bene la parte superiore dell’auto e usa la spazzola con setole robuste e resistenti per poter rimuovere lo sporco ma non così dure da danneggiare il tessuto. Una volta che la parte superiore è bagnata, applica un detergente per tessuti e spazzola nuovamente la superficie con movimenti decisi ma non aggressivi. Lava tutta la capote, non solo una eventuale singola macchia, perché il colore potrebbe rimanere non uniforme una volta che il tessuto si asciuga. Sciacqua accuratamente il detergente finché non rimane più alcuna traccia di schiuma. Infine asciuga la capote con asciugamani in microfibra, che non lasciano lanugine rispetto agli asciugamani di cotone e spugna.

Se la capote è in vinile? Il procedimento è più o meno lo stesso, ma i prodotti devono essere espressamente formulati per questo materiale.

Consigli utili:

  • in ogni caso è bene lavare la capote (come tutta l’auto) all’ombra e non alla luce diretta del sole, che può far evaporare rapidamente l’acqua e lasciare residui;
  • la spazzola deve avere setole morbide anche per rimuovere lo sporco più ostinato.

Protezione della capote dell’auto

Dopo la pulizia della capote è necessario applicare un trattamento formulato per proteggere il tessuto, proprio come usi la cera per proteggere la carrozzeria, un buon protettivo fa lo stesso per il tettuccio. Questo non solo migliorerà il suo aspetto, ma aumenterà anche la sua longevità. Un buon prodotto migliora anche le proprietà di resistenza all’acqua della capote.

Attenzione: non usare mai prodotti non adatti al tessuto della tua capote perché potresti rovinarla in maniera irreversibile, andando a compromettere l’aspetto della tua vettura.