Info Utili

Come faccio a pulire l’auto sporca di salsedine?

Bello il mare, la spiaggia, le onde. Ma la sabbia e la salsedine possono davvero danneggiare l'auto: come evitare problemi

È arrivata l’estate e con essa anche le vacanze al mare e i più grandi nemici dell’auto nella stagione calda (oltre ai raggi del sole). Di cosa stiamo parlando? Salsedine del mare e sabbia sono elementi pericolosi, perché possono ossidare e graffiare diverse parti della macchina. Questo è il motivo per cui gli esperti del settore raccomandano di pulire spesso la propria vettura quando si è al mare, per evitare di danneggiare la carrozzeria, la tappezzeria e i vetri.

La pulizia regolare del veicolo nei periodi in cui si va al mare infatti è l’unica salvezza. La raccomandazione degli esperti è di lavare e pulire con accortezza l’auto almeno una volta alla settimana durante i propri soggiorni estivi al mare, dove la salsedine e la sabbia della spiaggia si attaccano ovunque, dentro e fuori dalla macchina, rovinandola.

È importante cercare di mantenere la macchina sempre ben pulita anche per una questione di visibilità, per poter viaggiare sempre in sicurezza, soprattutto prima dei più lunghi spostamenti, frequenti nel periodo estivo, per le vacanze.

Come pulire l’abitacolo dell’auto da sabbia e salsedine durate l’estate

La prima cosa da fare è mantenere sempre deterso e igienizzato l’interno dell’auto, l’abitacolo deve essere privo di polvere, sabbia e salsedine. Per questo motivo si consiglia di scuotere e aspirare per bene i tappetini e i sedili almeno una volta a settimana, usando anche prodotti e accessori appositi per la pulizia, che possano prevenire la comparsa di batteri e muffe, dannosi per la salute.

Gli aspiratori possono servire per eliminare anche il più piccolo granello di sabbia, che si va a insidiare negli angoli dell’auto più difficili da raggiungere. Altra cosa molto importante è che la tappezzeria non presenti delle macchie di salsedine, dovute magari ai costumi bagnati dei passeggeri che salgono in auto e lasciano gli aloni di sale una volta che l’acqua si asciuga. Per queste macchie bisogna usare delle schiume secche, in grado di penetrare in profondità nel tessuto e di far affiorare lo sporco in superficie, per eliminarlo poi con spazzole o panni in microfibra, morbidi e delicati.

Pulizia esterna dell’auto, contro sale e sabbia

Fondamentale anche la pulizia esterna del veicolo, in modo che non rimanga alcun residuo di salsedine e sabbia, che può rovinare la carrozzeria e altri parti dell’auto. Il consiglio degli esperti è quello di prelavare la macchina con acqua a pressione, in modo da non graffiare la carrozzeria e eliminare lo sporco e ogni traccia di sabbia e sale. Altrimenti si possono anche usare i classici tunnel di lavaggio, in cui prediligere, se possibile, il risciacquo finale con acqua osmotizzata, priva di particelle, che assicura una una finitura perfetta e nessun fastidioso alone.

Attenzione a non tralasciare passaruota, gomme auto, sottoscocca e cerchioni durante la pulizia del veicolo, parti in cui si accumula la più grande quantità di sabbia e sale, elementi dannosi, che possono anche ossidare le parti metalliche della macchina. Una volta terminata la pulizia, si possono usare anche delle apposite cere, che oggi più che mai si trovano in commercio, e che servono per proteggere la macchina da graffi e agenti atmosferici, anche dai potenti raggi del sole durante l’estate.

Consigli utili per proteggere l’auto da sale, sole e sabbia

Alcune raccomandazioni degli esperti:

  • usare un telo copriauto;
  • parcheggiare all’ombra o di spalle al mare, se possibile;
  • usare tappetini e coprisedili di ricambio durante l’estate, o quando si va al mare.