Info Utili

Proteggere l’auto dal sole: tutto ciò che bisogna fare

Alcune semplici regole che ogni automobilista deve seguire per proteggere la propria vettura dall'esposizione prolungata ai raggi del sole

Il sole, specialmente con il caldo estivo, può mettere a dura prova gli automobilisti, sia quelli che restano intrappolati nel traffico cittadino per andare a lavoro sia quelli che utilizzano la propria vettura per recarsi al mare, in montagna oppure ad una gita fuori porta. L’abitacolo di ogni auto, se esposto ai raggi del sole, si surriscalda molto facilmente. I sedili diventano roventi e rendono molto difficile sedersi prima di aver atteso diversi minuti per ripristinare una temperatura quantomeno accettabile.

Il volante, poi, diventa bollente a tal punto che posare le mani su di esso per mettersi alla guida appare una missione quasi impossibile. Al tempo stesso, la carrozzeria può scolorirsi, presentando anche macchie ed effetti antiestetici che richiedono un intervento di ripristino. Ecco alcune semplici regole da seguire per proteggere la propria vettura dagli effetti negativi della prolungata esposizione ai raggi solari.

Parcheggiare l’auto all’ombra quando fa caldo

Quello di provare a parcheggiare l’auto all’ombra è un suggerimento tanto ovvio quanto fondamentale. Trovare parcheggio è spesso difficile e tanti automobilisti, dopo una ricerca estenuante, lasciano la propria vettura nel primo spazio disponibile, anche sotto il sole. L’ideale sarebbe parcheggiare l’auto in box, spazi seminterrati, tettoie o zone coperte dall’ombra. Si consiglia di prestare sempre attenzione al movimento del sole in caso di sosta prolungata: lo spostamento della zona d’ombra potrebbe far sì che la vettura si ritrovi esposta al sole nelle ore più calde del giorno.

Esporre al sole solo la parte posteriore della vettura

Onde evitare l’eccessivo surriscaldamento dell’abitacolo, in caso di possibilità di parcheggio limitate, è preferibile posizionare l’automobile in modo che la parte più esposta al sole sia quella posteriore e non il muso. Così facendo si riuscirà a contenere il surriscaldamento della parte frontale, evitando che volante, pomello del cambio e sedile del guidatore diventino bollenti. Si consiglia, al tempo stesso, di evitare gli sbalzi improvvisi di temperatura quando si sale a bordo dell’auto: azionare subito il climatizzatore può danneggiare il parabrezza e provocare uno choc termico agli occupanti dell’abitacolo.

Coprire l’auto con un parasole o un telo

Il parasole rappresenta un accessorio economico e funzionale per proteggere la propria vettura dai raggi del sole. Posizionato sulla parte posteriore dell’automobile, mette al riparo il cruscotto e il volante. L’ideale sarebbe utilizzare un parasole di materiali e colori riflettenti, che permettono di schermare ulteriormente i raggi solari. Utilizzare il parasole offre dei vantaggi non indifferenti: consente di evitare l’esposizione diretta della corona del volante e della plancia e di contenere l’irraggiamento dell’abitacolo. Il telo copriauto è uno strumento altrettanto utile: offre la protezione integrale dell’automobile anche se posizionarlo e toglierlo richiede dei tempi più lunghi per gli automobilisti.

Lavare frequentemente la vettura d’estate

Lavare l’automobile con maggiore frequenza durante i mesi estivi è un’operazione che può contribuire a salvaguardare la carrozzeria della propria vettura. I residui di resina, la salsedine e in generale lo sporco che si accumula sulla superficie esterna di un’auto, da ferma o durante un viaggio, possono macchiare in maniera indelebile gli esterni. Il consiglio, dunque, è quello di sottoporre l’auto a lavaggi frequenti cercando di mantenerla il più possibile pulita. Il lavaggio non deve avvenire mai quando la carrozzeria è calda, soprattutto se è stata esposta molto tempo al sole, per evitare che la schiuma, asciugandosi, crei macchie e aloni.

Usare trattamenti protettivi nelle calde giornate estive

Nei casi in cui la carrozzeria e la vernice dell’automobile siano state danneggiate dalla prolungata esposizione ai raggi del sole, si rende necessario l’utilizzo di trattamenti protettivi in grado di schermare la verniciatura e renderla meno vulnerabile. Una volta esposti per lungo tempo ai raggi solari, i materiali dell’automobile possono screpolarsi, perdere la lucentezza e il colore originario. In commercio sono disponibili diversi tipi di cere e prodotti che vanno a creare una sorta di pellicola protettiva sulle zone dell’automobile che sono state più esposte al sole.