Info Utili

Come si guida al meglio su una strada piena di curve?

Guidare in curva può essere meno semplice di quello che sembra. I fattori che possono influenzare la traiettoria e la tenuta di strada sono molteplici, e non sempre uguali

Per i motociclisti possono essere tra le strade più belle da affrontare. Per gli automobilisti, invece le strade piene di curve possono essere croce e delizia di un lungo road trip. Affrontare in maniera corretta una lunga serie di curve, infatti, può essere problematico anche per il più esperto degli automobilisti: bisogna sempre esser certi di affrontare in maniera corretta la traiettoria, così da evitare di perdere il controllo del veicolo e causare un incidente.

Chiedersi come guidare su una strada piena di curve in tutta sicurezza, dunque, non è affatto una domanda da “pivelli” del volante. Anche i guidatori più esperti potrebbero trovarsi in difficoltà in un susseguirsi di svolte, a maggior ragione se devono essere affrontate in discesa. Vediamo insieme, dunque, quali sono i consigli per affrontare in sicurezza una strada con curve e tornati a ripetizione.

Come fare curve perfette in auto: i consigli

Affrontare le curve in sicurezza in auto è, da un punto di vista prettamente teorico, molto semplice. Bisogna evitare manovre brusche in ingresso di traiettoria e nella fase di percorrenza e ricordarsi di non di accelerare il veicolo prima di aver passato il punto di corda. Semplice, no? In pratica, i fattori che possono influenzare la nostra guida e la tenuta di strada del veicolo sono molteplici.

La fase più importante è quella che precede la svolta vera e propria: prima di entrare in curva è necessario ridurre la velocità e individuare la traiettoria ideale per non creare pericoli in strada. Questo consentirà di affrontare la strada a velocità adeguata, senza essere costretti a manovre d’emergenza in piena percorrenza.

È di fondamentale importanza, poi, non cambiare mai marcia in curva. Quando si affronta una svolta, infatti, è necessario tenere entrambe le mani sul volante: anche la curva apparentemente più semplice e priva di rischi può riservare qualche sorpresa e bisogna esser pronti ad aggiustare la traiettoria in qualunque istante. L’utilizzo della frizione, poi, può causare lievi sbandamenti, portando così a perdere il controllo del veicolo.

Infine, va sempre tenuto a mente che non esiste un “metodo universale” per guidare in sicurezza in curva. Come detto, i fattori che influenzano la tenuta di strada del veicolo sono molteplici e in continuo cambiamento e anche la stessa curva può richiedere un livello di attenzione e cura differente a seconda se stia piovendo, se la carreggiata stradale è sporca o se le condizioni degli pneumatici non sono ottimali.

Come fare le curve in discesa

Nell’affrontare le curve in discesa, poi, è necessario porre ancora maggiore attenzione. In questo caso è di fondamentale importanza affrontarle alla giusta velocità: è necessario decelerare diverse decine di metri prima della svolta e ridurre la marcia, così da sfruttare al meglio anche il freno motore. Inoltre, bisogna impostare al meglio la traiettoria, evitando di mettere le ruote sulla parte sporca dell’asfalto. L’aderenza degli pneumatici è fondamentale per evitare di perdere il controllo del mezzo e causare così un incidente.

Come fare i tornanti in auto

Discorso ancora differente per i tornanti. A differenza delle altre curve “normali”, il tornante richiede particolare perizia sia quando si affronta in salita, sia quando si affronta in discesa. L’ideale è allargare il più possibile la traiettoria (evitando sempre di invadere la corsia di marcia opposta, ovviamente), così da avere sempre spazio di manovra a sufficienza. I tornanti sono infatti curve cieche e non sappiamo mai cosa ci aspetta all’uscita della curva: avere la possibilità di correggere, anche minimamente, la traiettoria dell’auto può fare la differenza tra un incidente e una guida in piena sicurezza.