Info Utili

Come funziona davvero una minicar e cosa bisogna sapere

Tantissimi gli adolescenti che oggi desiderano una minicar 50 al posto del motorino: di che cosa si tratta e tutto quello che bisogna sapere

Prima di acquistare una minicar 50cc (in genere sono i figli a chiederla in regalo), ci sono diverse cose che bisogna sapere, per fare una scelta più consapevole.

Guidare la minicar: serve il patentino

Le minicar, per legge, sono come i ciclomotori, e quindi si possono guidare a partire dal compimento dei 14 anni e solo se si è in possesso almeno della patente AM (ex patentino CIGC), che si può conseguire solo dopo aver sostenuto un esame teorico e una prova pratica.

Passeggeri sulla minicar

È possibile trasportare un passeggero su una minicar 50 solo se il conducente ha compiuto 16 anni.

Le dimensioni

La normativa impone che le minicar siano lunghe non più di 3 metri e pesino al massimo 425 kg a vuoto. Per questo è impossibile considerarle agli stessi livelli di sicurezza delle automobili. Le microcar 50 non superano i 45 km/h di velocità e non possono circolare ovunque (come i ciclomotori). Se paragonate ai motorini, però possiamo dire che sono ovviamente più sicure, visto che garantiscono la stabilità delle 4 ruote, barre laterali anti-intrusione, gli airbag, le cinture di sicurezza e molto altro ancora.

Dove si possono guidare le minicar 50?

Le minicar possono essere guidate su tutte le strade urbane e extraurbane dove non vige il divieto per i ciclomotori. Tangenziali e autostrade quindi non possono essere percorse dalle microcar 50. Non sono macchine soggette ai limiti del traffico, se non espressamente vietato da ordinanze comunali, e possono anche entrare nelle ZTL. Sono oltretutto molto comode in città e nei parcheggi, viste le dimensioni ridotte.

Comfort e tecnologia: le minicar 50

Le micro-auto che si guidano con il patentino oggi sono molto simili alle vetture normali, nell’estetica, negli allestimenti e nel comfort di guida. Sul mercato ormai troviamo dei modelli molto alla moda, con un design moderno e curato, eleganti o accattivanti, sportive e non.

Sono dotate inoltre dell’insonorizzazione del vano motore e dell’abitacolo, che riduce le vibrazioni. Ottima anche la dotazione tecnologica, per esempio possiamo citare i sensori di parcheggio e le telecamere, oppure i vetri elettrici, la chiusura centralizzata, il navigatore, lo schermo touch della radio, e molto altro ancor. L’abitacolo è ricco di comfort e queste piccole vetture hanno anche un bagagliaio. Chiaramente, vista l’evoluzione di queste minicar, oggi i prezzi non sono più quelli di una volta, ma si sono alzati. Ci sono anche microcar elettriche, ancora meno inquinanti e più silenziose (e costose).

Manutenzione auto: come procedere con le minicar 50

La manutenzione regolare è fondamentale per tenere sempre in ottima salute il proprio veicolo, come per le auto normali. Il nostro consiglio è quello di rivolgersi alla propria officina di fiducia, fare il tagliando ogni 5.000 km (il primo deve essere fatto dopo 1.000 km dall’acquisto). Attenzione alla revisione che, come per auto e moto di ogni tipo, è obbligatoria; la prima viene fatta (per legge) dopo 4 anni dall’acquisto e poi ogni 2 anni.

Assicurazione e bollo

Per quanto riguarda il bollo, il costo è uguale a quello di un ciclomotore e varia a seconda della Regione di residenza. Si tratta di una tassa di circolazione, diversamente dalle auto, per cui si paga la tassa di possesso. Se la minicar non viene usata quindi il bollo può anche non essere pagato, senza subire conseguenze. Invece l’assicurazione in genere è specifica per le minicar e può essere più costosa rispetto a quella del motorino.