Info Utili

Come funziona l’assicurazione di una microcar?

Che cosa bisogna sapere sull'assicurazione dedicata alle minicar in Italia: nell'RCA deve rientrare anche la copertura di eventuali danni al passeggero

Sono sempre più diffuse nel territorio italiano le minicar o microcar, un mezzo alternativo per automobilisti di qualsiasi età. Si tratta infatti di veicoli molto comodi da usare, soprattutto per chi non ha ancora la patente per guidare auto e altri mezzi, ma solo il patentino per ciclomotori. Ciononostante, chiaramente, anche le minicar devono essere assicurate pagando il premio periodico, è obbligatorio visto che circolano su strada come qualsiasi altro veicolo a motore.

Cosa dice la legge

Secondo il Codice della Strada, articolo 47, la minicar è un mezzo di trasporto che fa parte della categoria dei quadricicli leggeri. È quindi un veicolo omologato, che per legge può circolare, e che viene concepito per il trasporto delle persone. Il motore è paragonato a quello di uno scooter con la stessa cilindrata (50cc). Le differenze tra la microcar e lo scooter però ovviamente ci sono e sostanzialmente parliamo della struttura. Infatti la minicar si presenta proprio come un’auto, ma di più piccole dimensioni, ha una scocca, che ovviamente lo scooter non ha, che la rende ideale per gli spostamenti anche con il freddo e la pioggia. Può trasportare conducente e un passeggero, proprio come una vettura tradizionale. Attenzione: non è ammessa la circolazione della minicar nelle zone extraurbane.

I vantaggi della minicar

Si tratta di un mezzo agile, leggero e facile da parcheggiare, l’ideale anche per i meno esperti e per gli spostamenti in città, in mezzo al traffico urbano. Il suo motore non supera i 45 km/h di velocitò. Per guidarla è necessario avere il patentino di categoria L1e, che può essere conseguito a partire dal compimento dei 14 anni di età, dopo aver superato l’esame, che si divide in prova teorica e prova pratica.

Altro vantaggio garantito dalla guida di una minicar sono senza dubbio i bassi consumi del carburante, vista la scarsa potenza. Oltre ad avere la patente, per guidare questi veicoli, è obbligatorio assicurarli: sotto il profilo assicurativo infatti le minicar sono assimilate ai ciclomotori 50 cc. L’assicurazione però è differente, perché deve tener conto anche della copertura del passeggero, (come succede con le auto tradizionali).

Come stipulare l’assicurazione per minicar

La polizza ha cadenza annuale e la procedura è simile a quella prevista per gli altri automezzi. Si può andare direttamente all’ufficio di una compagnia assicurativa oppure trovare le migliori offerte online, a discrezione dell’assicurato.

Che cosa serve per sottoscrivere il contratto di assicurazione?

È necessario avere con sé:

  • documento d’identità in corso di validità;
  • codice fiscale;
  • libretto di circolazione;
  • attestato di rischio (per eventuale passaggio ad un’altra compagnia);
  • certificato di proprietà se si tratta della prima polizza.

I costi dell’assicurazione

Sono differenti i parametri da considerare prima di stabilire a quanto può ammontare il costo di una polizza assicurativa per la minicar:

  • la cilindrata del mezzo;
  • l’età del contraente;
  • la zona di residenza;
  • l’eventuale assegnazione di una classe di merito.

Attenzione: prezzi eccessivamente bassi possono nascondere truffe o scoperto franchigia per nulla conveniente. Non fidatevi a primo acchito e verificate sempre tutte le clausole, i servizi, i termini delle condizioni, i massimali. Non dimenticare inoltre che non bisogna stipulare una polizza normale RCA per scooter 50 ma un contratto specifico per minicar 50, perché è necessario che rientrino nella copertura assicurativa anche eventuali danni al passeggero.

tag
minicar