Info Utili

Come fare un perfetto parcheggio parallelo, in pochi passi

Alcuni trucchetti utili per rendere più semplice una manovra di parcheggio parallelo dell'auto anche per principianti e neopatentati

Il parcheggio parallelo, o comunemente detto a S, è quello che in genere sembra il più complicato ma, con un po’ di pratica e seguendo dei semplici trucchetti, diventa fattibile per tutti, anche i neopatentati, che hanno poca esperienza in auto. Prima cosa da fare ovviamente è trovare uno spazio che sia un po’ più lungo della propria vettura, accertandosi di poter posizionare l’auto in quel punto e usando le frecce per avvisare gli altri utenti della strada che stai per accostare e parcheggiare la macchina.

I passaggi da seguire per un parcheggio parallelo

Come procedere per parcheggiare:

  • prima di tutto usa gli indicatori di direzione per segnalare la manovra;
  • accosta davanti allo spazio vuoto disponibile;
  • metti la retro e inizia a retrocedere lentamente, sterzando verso la piazzola, finché l’auto non forma un angolo di 45° con il marciapiede;
  • raddrizza la traiettoria girando lo sterzo nell’altra direzione, portando l’auto parallelo alla strada;
  • inserisci la prima marcia e posiziona la macchina al centro dello stallo vuoto.

Come scegliere lo spazio giusto per parcheggiare

È importante trovare il posto giusto, grande abbastanza per poter parcheggiare senza toccare i veicoli vicini. L’ideale sarebbe avere almeno due metri di margine. Altra cosa fondamentale e ovvia, anche se in tanti a volte lo dimenticano, è controllare che il parcheggio scelto sia legale e sicuro, che non vi siano passi carrabili, divieti di sosta, obbligo di disco orario. Infine verifica anche l’altezza del cordolo da parte alla piazzola, per evitare di colpirlo durante la retromarcia.

Gli specchietti retrovisori

Prima di iniziare la manovra di parcheggio guarda sempre lo specchietto retrovisore, per assicurarti che dietro alla tua auto non ci sia nessun pedone o veicolo. Segnala che stai rallentando frenando delicatamente e attivando la freccia, prima di accostare vicino al mezzo che si trova davanti allo spazio di parcheggio.

Come effettuare la manovra di parcheggio parallelo

Vediamo ogni dettagliata fase:

  • se lo spazio è limitato o non sei un grande esperto, fatti aiutare da qualcuno che possa scendere dall’auto e dirigerti nelle manovre;
  • puoi abbassare lo specchietto laterale per vedere il cordolo;
  • metti la retromarcia e inizia a retrocedere, verificando che non ci siano mezzi che sopraggiungono alle tue spalle;
  • quando la parte posteriore del sedile è allineata con il retro del veicolo che si trova a lato, sterza velocemente e porta il retrotreno verso lo spazio disponibile, formando un angolo di 45° tra macchina e marciapiede;
  • infila quasi tutta l’auto nella piazzola, arretrando finché la ruota posteriore più vicina al cordolo è a 30 cm circa dallo stesso;
  • la parte posteriore dell’auto dovrebbe trovarsi a qualche decina di cm dal mezzo dietro;
  • se tocchi il cordolo con la gomma dietro, allora sei andato oltre: rimetti la prima, avanza un po’ e ritenta;
  • una volta che hai finito di accostare, raddrizza le ruote. Gira lo sterzo verso il centro della e vai ancora indietro lentamente, fino a quando il paraurti anteriore si allinea con quello posteriore della macchina davanti a te;
  • sistema l’auto in modo che sia parallela al cordolo e al centro del parcheggio. Per farlo, se hai spazio, retrocedi avvicinandoti al paraurti, poi metti ancora la prima e avvicinati al marciapiede mentre avanzi.

Attenzione: la manovra è difficile quando lo spazio per parcheggiare è limitato. Continua ad avanzare e a retrocedere avvicinandoti al marciapiede e ripeti la manovra se necessario.