Info Utili

Come aumentare l’autonomia delle auto elettriche in estate

Viaggiare con l'auto elettrica, in particolare modo d'estate, significa anche imparare alcuni trucchi utili per preservarne l'autonomia

È possibile, attraverso determinati comportamenti e azioni, riuscire ad aumentare l’autonomia delle auto elettriche, soprattutto durante la stagione estiva. Il conducente del veicolo infatti rischia di consumare eccessivamente l’energia che ha a disposizione a causa di scarse conoscenze e comportamenti distratti, che cerchiamo di spiegare in questo articolo, dando alcuni consigli utili.

Aria condizionata: come usarla per migliorare l’autonomia dell’auto elettrica

Il primo consiglio è senza alcun dubbio quello limitare l’utilizzo del condizionatore in macchina, è il suggerimento più banale e ripetuto (anche sui veicoli con motorizzazione tradizionale), ma anche il più utile per migliorare i consumi e l’autonomia del mezzo.

La ragione è molto facile da intuire, più tempo resta in funzione l’impianto di climatizzazione e più aumenta il consumo di kW di energia. Chiaramente in questo modo l’auto perde autonomia molto più rapidamente.

Ma non è tutto, c’è anche un altro suggerimento molto utile che riguarda sempre l’utilizzo del climatizzatore auto. Quale? Sfruttare il precondizionamento dell’auto elettrica nel momento in cui è collegata alla rete per la ricarica della batteria. È fondamentale stare molto attenti alla gestione del tempo. Quando manca poco al termine dell’energia residua, bisogna ricordarsi di attivare il precondizionamento circa 8-10 minuti prima che la ricarica è completa (quindi dopo alcune ore dall’inizio dell’operazione).

Per non sbagliare, è possibile impostare il timer per l’accensione del sistema di condizionamento; oggi infatti ci sono tantissime funzionalità per le auto elettriche di nuova generazione che possono essere gestite da remoto, semplicemente usando il proprio smartphone, con le apposite applicazioni dedicate.

Il sole? Nemico dell’autonomia delle auto elettriche

Durante le ferie estive arriva finalmente il momento di mettere alla prova la propria auto elettrica sulle lunghe percorrenze, e la sua autonomia, necessaria per raggiungere le tanto amate località scelte per le vacanze. È ancora più importante in questo caso fare attenzione a tenere tutti i comportamenti adatti a conservare maggiormente l’autonomia della batteria del veicolo a zero emissioni.

Particolare occhio di riguardo per il calore del sole, che sicuramente non è amico delle auto a motore, ma non lo è nemmeno dei veicoli elettrici (sempre per quanto riguarda l’autonomia). Le soste in autogrill durante i viaggi in autostrada sono quelle a cui prestare maggiore attenzione, cercate di parcheggiare sempre all’ombra e di pianificare prima il percorso, con le relative soste.

Auto elettrica e autonomia: rispettare i limiti di velocità

La questione dei limiti di velocità è molto importante, prima di tutto per la sicurezza in auto. Viaggiare oltrepassando appunto i limiti imposti dalla legge non è rischioso solo per quanto riguarda multe e perdita di punti sulla patente, ma anche per la sicurezza del guidatore, dei passeggeri e degli altri utenti che si incontrano sulla strada. Oltretutto, nel caso di auto elettriche, rispettare i limiti può aiutare anche a preservare una maggiore autonomia di ricarica (come succede anche per i veicoli diesel e benzina). La velocità è uno dei fattori che assorbe maggiormente l’energia dalla batteria.

Autonomia auto elettriche: come sfruttare la rigenerazione della frenata

La frenata rigenerativa è una caratteristica delle auto elettriche, una tecnologia in grado di consentire il recupero dell’energia durante le fasi di decelerazione dell’auto. Chiaramente questo non basta ad evitare la sosta per la ricarica alle colonnine, ma durante un viaggio consente di guadagnare alcuni kW e quindi dei chilometri in più da percorrere.