Info Utili

Bracciolo centrale anteriore: quando installarlo e quali sono i vantaggi

Prima di scegliere il bracciolo centrale per la propria auto, è necessario sapere quali caratteristiche dovrebbe avere e come si monta

Il bracciolo centrale anteriore è un accessorio auto non sempre presente ma che può essere davvero molto utile per gli automobilisti. Pensiamo ad esempio ai lunghi viaggi in autostrada, quando tenere sempre il volante con due mani può diventare, dopo alcune ore, anche molto fastidioso. Per la mano sinistra spesso è presente una sorta di appoggio nella portiera, ma per la mano destra non c’è alcun supporto, e questo potrebbe provocare anche dei dolori o crampi alla spalla, al braccio e al collo.

Fortunatamente in commercio si possono trovare i braccioli centrali da installare in auto per risolvere queste problematiche. Questo accessorio inoltre, quando è abbassato, crea una barriera tra il conducente e il passeggero.

Quale bracciolo scegliere

Prima di comprare un bracciolo, è necessario fare una ricerca, per non fare un acquisto sbagliato. Innanzitutto evitate i modelli troppo economici, che anche solo per poche decine di euro di differenza, non offrono il comfort desiderato, sono scadenti, traballano, cigolano e fanno fatica a piegarsi. Oltretutto possono anche rompersi facilmente: meglio acquistarne uno buono sin da subito, che spendere poi soldi inutili dopo poco tempo per cambiarlo. Il bracciolo centrale per retrofit si può comprare nei negozi specializzati di articoli per auto.

Bracciolo centrale per auto: a cosa fare attenzione

La prima cosa da considerare, oltre alla qualità, è la modalità di installazione. I prodotti a basso prezzo a volte richiedono dei buchi da fare nei componenti dell’abitacolo, per introdurre le viti. E questa non è la soluzione ottimale, l’auto infatti non dovrebbe essere danneggiata in alcun modo. I fori potrebbero strapparsi e provocare delle rotture alle componenti originali: meglio evitare.

Come installare un buon bracciolo per auto

Innanzitutto vediamo cosa serve:

  • il kit;
  • cacciavite a croce;
  • cacciavite piatto;
  • Torx;
  • chiave ad anello o a rocchetto da 10 mm;
  • sarebbe meglio avere anche un cacciavite elettrico;
  • dremel;
  • taglierino.

Il kit chiaramente comprende bracciolo centrale e viti di fissaggio, solitamente servono circa 15 minuti per l’installazione. Prima di procedere è bene pulire la console centrale. Poi si devono tirare indietro i sedili anteriori per avere libertà di movimento durate l’intervento.

Se il bracciolo deve essere fissato con solo due o quattro viti, allora, invece di usare quelle in dotazione, il nostro consiglio è usare sottili viti in metallo con i dadi adatti e gli anelli metallici. Sono sicuramente più resistenti.

Lavorare con un multi-strumento come il dremel è consigliato perché l’alloggiamento in plastica è delicato e questo consente di non danneggiare l’auto. Misurate sempre con cura ogni foro e ogni taglio, può essere utilizzato il taglierino per le sbavature dei tagli. Infine, il bracciolo deve essere posizionato nel recesso in dotazione con il piedino in alluminio pressofuso. Bisogna seguire le fasi del montaggio alla lettera, senza sbagliare e lavorando con precisione; questo consente al bracciolo (una volta montato) di offrire la stabilità necessaria. Il bracciolo deve essere fissato con i collegamenti a vite in dotazione. Attenzione: non dimenticate che la soluzione migliore è utilizzare i prodotti originali, quando possibile, o scegliere il bracciolo come optional già in fase di acquisto. Il rivenditore dell’auto vi offrirà sicuramente la soluzione più durevole, un prodotto chiaramente adatto al 100% alla vostra macchina e anche in grado di offrire il maggior comfort.