Info Utili

Bollo Auto, scadenze 2021: come e quando pagarlo, tutte le novità

Il bollo auto è una tassa obbligatoria in Italia, che si paga ogni anno per il possesso di un veicolo a motore: le novità per il 2021

Il bollo auto non è di certo una novità, è la tassa automobilistica di possesso, che in Italia si paga ogni anno se si ha un veicolo a motore. Quindi chiaramente anche per il 2021 non cambia nulla, si tratta di un tributo regionale (le regole quindi cambiano appunto da Regione a Regione), che deve obbligatoriamente essere versato entro il mese successivo a quello dell’immatricolazione del veicolo (se l’auto è stata immatricolata ad esempio a luglio 2020, il bollo deve essere pagato a ottobre 2021 e così via), tranne per Lombardia e Piemonte, che seguono indicazioni differenti.

Bollo auto 2021: quando si paga

Come abbiamo appena detto quindi la tassa di possesso auto scade nel mese successivo a quello dell’immatricolazione, eccezion fatta per Lombardia e Piemonte, Regioni in cui sono state decise delle date prestabilite entro le quali pagare. Gli automobilisti residenti in queste due Regioni infatti possono saldare il bollo entro il 20 gennaio 2021 se è scaduto a dicembre 2020, entro il 31 maggio 2021 se è scaduto a aprile 2021 e entro il 30 settembre 2021 se scade a agosto 2021.

Covid-19 e bollo auto: le proroghe

Il 2020 è stato segnato dall’emergenza Coronavirus, una pandemia che ha coinvolto (e continua) tutta Italia, e non solo. Per questo era stato rinviato il pagamento del bollo auto al 31 dicembre 2020. Se non è già stato versato quanto previsto per la tassa di possesso oggi, quindi, bisognerà farlo entro il 31 gennaio 2021, solo in Emilia Romagna il termine è stato prorogato nuovamente, fino al 31 marzo.

Per quanto riguarda invece i pagamenti da effettuare quest’anno, per ora non è prevista alcuna proroga. La decisione finale comunque spetta sempre alle Regioni, per questo il nostro consiglio è consultare il sito web della propria Regione di residenza.

Esenzioni bollo auto 2021

Come ogni anno, anche per il 2021 ci sono dei soggetti che possono beneficiare dell’esenzione a seconda di loro condizioni particolari o in base al veicolo che possiedono. Chi non paga il bollo auto:

  • sordi;
  • non vedenti;
  • disabili con handicap psichico o mentale con indennità di accompagnamento;
  • disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni;
  • disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

I veicoli esenti:

  • auto elettriche entro il quinto anno di vita;
  • auto storiche che hanno almeno 30 anni di vita;
  • auto ibride acquistate nel 2019 (esenzione di tre o cinque anni, da controllare sul sito web della propria Regione).

Tutte le esenzioni possibili sono presenti in questo articolo, ogni Regione segue regole specifiche, quindi è bene informarsi.

Bollo auto 2021: modalità di pagamento

Esistono vari metodi di pagamento del bollo auto:

  • Home Banking;
  • app o sito di Poste Italiane;
  • Satispay;
  • sito dell’ACI;
  • app IO;
  • sito dell’Agenzia delle Entrate;
  • sistema PagoPA.

Oppure fisicamente presso la banca, gli uffici postali, gli sportelli ATM abilitati e i punti vendita SISAL e Lottomatica.

Come si calcola l’importo da pagare per il bollo auto?

Accedendo al sito dell’ACI, nella sezione servizi online, vi sono due voci utili disponibili per il calcolo dell’importo da pagare per la tassa di possesso auto:

  • calcola il bollo online oppure
  • calcola e paga il bollo online che, come dice la voce stessa, consente di determinare l’importo e anche di fare il versamento, previa registrazione, tramite PagoPA.