Info Utili

Bollo Auto 2021: quali sono le esenzioni valide per il nuovo anno

Ci sono delle categorie di veicoli e di soggetti esenti dal pagamento del bollo auto, vediamo quali sono le regole in Italia

Il bollo auto è la tassa automobilistica, che in Italia si paga dal 1998 per il possesso di un veicolo a motore. Si tratta di un tributo di competenza delle Regioni. Il calcolo del bollo auto avviene in base alla potenza del veicolo stesso.

Ci sono anche dei casi di esenzione dal pagamento del bollo auto, in cui si può fare richiesta quindi per non pagare la tassa di possesso del veicolo. Ci sono tre casi in cui questo è possibile e si tratta della disabilità del conducente, del possesso di una vettura storica o ancora del caso di particolari vetture con motorizzazioni ritenuto meno inquinanti, come le elettriche, ibride, GPL e altri.

Esenzione bollo auto 2021: i soggetti che non pagano

Da anni ormai si richiede la cancellazione della tanto odiata tassa automobilistica, ma al momento ancora nulla di fatto. Nel 2020 sono state introdotte delle nuove forme di esenzione, che resteranno valide anche per tutto il 2021 (salvo eventuali modifiche, sono le Regioni a decidere) e che consentono a determinati soggetti e veicoli di non pagare il bollo auto. Ci sono solo alcuni casi in cui si può richiedere l’esenzione, in particolare tre: i soggetti con determinare disabilità, i possessori di auto d’epoca, chi possiede una vettura dichiarata “ecologica”.

Bollo auto 2021: l’esenzione per i soggetti disabili

È possibile fare la richiesta di esenzione dal pagamento del bollo auto per i soggetti disabili. Per farlo è necessario presentare la documentazione apposita insieme alla targa dell’auto che il soggetto utilizza. La persona con disabilità deve inviare tramite raccomandata A/R il certificato che viene rilasciato dall’ASL di riferimento, entro 90 giorni dalla scadenza del bollo auto.

La Legge 104 ritiene applicabile l’esenzione al pagamento della tassa automobilistica ai seguenti soggetti in particolare:

  • non vedenti e sordi;
  • portatori di handicap psichico o mentale con riconoscimento dell’indennità di accompagnamento;
  • disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni;
  • disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

Bollo auto 2021: esenzione per auto d’epoca

L’esenzione del bollo per le auto storiche, può essere riconosciuta solo dopo il compimento del trentesimo anno di età del mezzo. Qualsiasi vettura che ha meno di 30 anni di età non beneficiano dell’esenzione. I possessori di auto storiche e moto storiche dai 20 ai 29 anni in possesso del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica, hanno diritto alla riduzione dell’importo del bollo auto del 50%.

Bollo auto 2021: esenzione tramite Ecobonus

In Italia alcune Regioni hanno deciso di cancellare il bollo auto sui veicoli ecologici, completamente esenti dal pagamento della tassa per un periodo che va dai tre ai cinque anni dall’immatricolazione. Dopo questo periodo il bollo è scontato di tra quarti rispetto all’importo previsto per i veicoli a benzina. L’esenzione coinvolge:

  • le auto elettriche;
  • le auto ibride (benzina/elettrica);
  • le auto a GPL;
  • le auto a gas metano.

Altre Regioni, invece, hanno previsto una riduzione del 25% sul prezzo del bollo auto per i veicoli alimentati a GPL. Sono le singole Regioni appunto a stabilire esenzioni e regole per il pagamento del bollo auto, per questo è bene informarsi a seconda del territorio di residenza, per essere sempre aggiornati sulle norme relative alla tassa di possesso di un veicolo e non ritrovarsi in errore.