Info Utili

Bollo Auto 2021 e cashback: come funziona e come calcolarlo

Come si calcola l'importo del bollo auto e come pagarlo. Dal 2021 è possibile beneficiare del rimborso previsto dal Piano Cashless Italia: come funziona

Iniziamo col definire il bollo auto, si tratta della tassa automobilistica obbligatoria in Italia dal 1998. Ogni possessore di un veicolo a motore versa questo tributo, che è di competenza delle Regioni. Il calcolo avviene in base alla potenza del mezzo stesso.

Lo scorso anno, a partire dal primo gennaio (come per tutti i pagamenti alla Pubblica Amministrazione) è sparito il bollettino RAV, lasciando il posto al circuito PagoPA, che è il sistema di pagamenti realizzato dall’Agenzia delle Entrate. Nel 2021 c’è un’ulteriore novità che consente di pagare il bollo auto anche l’app IO, che ormai è diventata famosissima. Oltre al bollo, anche le multe per violazione del Codice della Strada e l’assicurazione auto possono essere pagate usando il sistema di cashback dello Stato, che permette di ottenere il rimborso del 10% (15 euro su una spesa massima di 150 euro).

Come si paga il bollo auto

Il piano Italia Cashless quindi dà il diritto a tutti i cittadini di godere dell’agevolazione sia per il pagamento del bollo, che per l’Rc Auto e le eventuali multe. Come per ogni tipologia di pagamento, per rientrare nei rimborsi cashback i pagamenti devono essere effettuati con il bancomat, la carta di credito o di debito, devono avvenire in tabaccheria, ufficio postale, agenzia intermediaria specializzata o altri esercizi fisici che offrono questo servizio. Il Piano Italia Cashless infatti non accetta pagamenti per acquisti online.

Come funziona il cashback? Prevede il 10% di rimborso sulla spesa, con un tetto massimo di 150 euro. Visto che mediamente il bollo auto è una tassa che si aggira attorno ai 150 euro, si può ottenere un rimborso massimo di 15 euro. I pagamenti online sono assolutamente esclusi, quindi attenzione anche a quelli fatti tramite l’app IO.

Scadenza del bollo auto 2021

Non è cambiato niente invece per quanto riguarda le scadenze. Il bollo infatti deve essere pagato entro l’ultimo giorno del mese successivo rispetto a quello di scadenza. Quindi se scade il 25 marzo 2021, deve essere pagato entro la fine del mese di aprile 2021 e così via. Le uniche Regioni italiane che non seguono questa regola sono la Lombardia e il Piemonte, che invece prevedono il pagamento del bollo in date prestabilite: se scade a dicembre 2020, si paga entro il 20 gennaio 2021, entro il 31 maggio 2021 se il bollo scade ad aprile 2021 e entro il 30 settembre 2021 se il bollo scade ad agosto 2021.

Come si calcola l’importo del bollo auto

È possibile calcolare l’importo dovuto alla propria Regione di residenza per il pagamento del bollo auto, partendo dai kW della vettura stessa, che possiamo trovare sul libretto dell’auto, alla voce P2. Altro elemento fondamentale per il calcolo è la classe ambientale del veicolo (Euro 0, 1, 2, 3, 4, 5, 6):

  • Euro 0: si pagano 3 euro a kW sino a un massimo di 100 kW, per auto con più di 100 kW si pagano 4,50 euro;
  • Euro 1: 2,90 euro fino a 100 kW, 4,35 euro oltre 100 kW;
  • Euro 2: da 2,80 euro a 4,20 euro;
  • Euro 3: da 2,70 euro a 4,05 euro;
  • Euro 4, 5 e 6: da 2,58 euro a 3,87 euro.

Il calcolo del bollo auto è possibile anche in maniera rapida e semplice grazie al sito dell’Agenzia delle Entrate, inserendo il numero di targa. Il calcolo è effettuato prendendo in considerazione tutte le informazioni del mezzo presenti a sistema e secondo il tariffario della Regione di residenza. Anche sul sito dell’ACI è possibile fare il calcolo.